Dromaius novaehollandiae
Emù

Classificazione scientifica - Dromaius novaehollandiae


Regno: Animali
Phylum: Cordati
Subphylum: Vertebrati
Classe: Uccelli
Ordine: Casuariformi
Famiglia: Dromiceidi

L'Emù (Dromaius novaehollandiae) è una specie originaria dell'Australia. Allo stato selvatico vive nelle zone australiane più aride in coppie fisse o piccoli gruppi. Velocissimo corridore e abile nuotatore, si sposta seguendo le piogge alla ricerca della vegetazione verde.
La stagione degli amori è in autunno (da febbraio ad aprile nell'emisfero del sud). L'allevamento dell'Emù a scopo produttivo (carne e pelle) si sta diffondendo anche in Italia. Depone intorno alle 20-25 uova che in cattività vengono incubate artificialmente. Lo sviluppo dei pulcini è molto rapido. In cattività dimostra un comportamento tranquillo e possono convivere facilmente con altri animali. Necessita di ampi spazi.

Caratteristiche morfologiche

Testa nuda ai lati. Becco diritto e scuro. Occhi arancioni.
Zampe e piedi forti, ricoperti da placche, unghie potenti.
Maschio e femmina hanno lo stesso piumaggio brunastro, più scuro sul dorso e sui fianchi e più chiaro sul ventre.
Alto fino a 1,8 m (femmine più piccole). Peso intorno ai 50 kg.

Alimentazione e riproduzione

In cattività può essere alimentato con mangimi integrati da erba medica fresca o affienata, o altro foraggio.
In libertà il nido viene costruito a terra, in genere sotto grandi alberi, impiegando foglie e detriti vegetali. Le uova (da 9 a 12) sono di colore verde smeraldo e vengono covate per circa due mesi. I piccoli, dal piumino striato bruno e grigio, sono attivi e iniziano subito a nutrirsi sorvegliati dal maschio.

Emù Emù - Dromaius novaehollandiae (www.sfcc.edu)

Versione italiana English version Versión española
Gli ovini da latte Allevare galline felici Atlante delle razze autoctone

Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy