Riserva Naturale orientata Ripa Bianca di Jesi - Marche
Atlante dei Parchi e delle aree protette in Italia

Tipologia di area protetta - Dove si trova

Tipologia: Riserva Naturale Regionale; istituita nel gennaio del 2003.
Regione: Marche
Provincia: Ancona

La Riserva, situata nel Comune di Jesi (AN), a metà strada tra i Parchi del Conero e della Gola della Rossa e Frasassi, è attraversata dal corso fiume Esino e rappresenta una delle più importanti zone umide della Regione Marche. La tutela dell'area iniziò nel 1997 come Oasi del WWF e con l'istituzione da parte del Comune di Jesi dell'area didattico-naturalistica "Sergio Romagnoli". Dopo numerose vicissitudini, nel gennaio del 2003 viene istituita la Riserva Naturale Generale Orientata Ripa Bianca di Jesi con estensione di 318,5 ettari.

Riserva Naturale orientata Ripa Bianca di Jesi Riserva Naturale orientata Ripa Bianca di Jesi (foto Michel Giaccaglia www.riservaripabianca.it)

Descrizione

Il paesaggio si compone di quattro diversi ambienti: quello fluviale, con un tratto del fiume Esino circondato da numerose zone umide e da un bosco ripariale, l’ambiente agricolo con le colture tradizionali della vallata e la presenza di filari di querce, gelsi, pioppi, siepi campestri; l’ambiente lacustre, sede della più importante garzaia delle Marche, e l’ambiente calanchivo da cui deriva il toponimo “Ripa Bianca”.

Flora e fauna

La vegetazione ripariale che costeggia il fiume Esino è dominata dalla presenza di varie specie di salice e di pioppo. Sulle rive delle zone più umide si sviluppano canneti di canna domestica con altre specie lianose come il luppolo, il vilucchio, la vitalba. La vegetazione acquatica sommersa è costituita in prevalenza da alcune specie di potamogeton e zanichella; la vegetazione natante è costituita dalla lenticchia d’acqua. Lungo il principale sentiero che attraversa la Riserva è presente uno splendido esempio di siepe campestre, con essenze arboree ed arbustive dominate dall’acero campestre, il gelso, l’olmo, il biancospino, il sambuco, la rosa canina, il ligustro. Presso il lago è insediato un bosco maturo formato da salice bianco e pioppo bianco. Il bacino del fiume Esino rappresenta, con i suoi diversi habitat, il sito di nidificazione, svernamento ed estivazione di numerose specie di uccelli, con aree idonee alla sosta e all’alimentazione dell’avifauna migratrice e stanziale. Tra le specie svernanti è da segnalare il cormorano, l’alzavola, il falco di palude, l’airone bianco maggiore e l’airone guardabuoi, mentre tra le nidificanti ci sono l’usignolo di fiume, il cannareccione, il pendolino, la gallinella d’acqua, il martin pescatore, il corriere piccolo e il picchio rosso maggiore. Nella Riserva Ripa Bianca è presente l’unica garzaia di ardeidi censita per la Regione Marche. Solitamente chiassosa, la garzaia si presenta come un grande condominio, un luogo straordinario in cui tarabusini, garzette, nitticore ed aironi cenerini nidificano in primavera tra gli alberi o nel canneto e, dai comodi capanni di avvistamento, è possibile ammirarli nella costruzione del nido, in parata nuziale, in accoppiamento, mentre imbeccano i piccoli o al loro primo volo.

Riserva Naturale orientata Ripa Bianca di Jesi Riserva Naturale orientata Ripa Bianca di Jesi (foto www.riservaripabianca.it)

Informazioni per la visita

Sono presenti osservatori per il birdwatching lungo il fiume Esino, la garzaia e le aree umide. I sentieri, le aree educative e quelle faunistiche sono corredate da pannelli esplicativi dei diversi ambienti attraversati.
Le visite al pubblico sono con ingresso gratuito: marzo - maggio e settembre: visite il sabato pomeriggio dalle 15.00 alle 19.00, la domenica mattina, dalle ore 9.00 alle 13.00 e il pomeriggio dalle ore 15.00 alle 19.00 da ottobre a febbraio: visite la domenica mattina, dalle ore 9:00 alle 13.00 e il pomeriggio dalle ore 15.00 alle 18.00. Mentre le visite guidate per gruppi organizzati sono la domenica mattina mentre per le scolaresche dal lunedì al sabato. I visitatori adulti vengono accompagnati ad esplorare i diversi ambienti dell’Oasi con un sosta presso i capanni per il birdwatching, le scolaresche saranno accompagnate da educatori ambientali dell’Oasi per visite della durata di mezza o di un’intera giornata specifiche per le diverse fasce di età. A riguardo è stato pubblicato un quaderno d’educazione ambientale dove sono state inserite attività propedeutiche e di approfondimento della visita. Il quaderno viene distribuito gratuitamente alle insegnanti che ne fanno richiesta.

Come arrivare:
In automobile prendere l’uscita A14 ad Ancona Nord, prendere la S.S. 76 direzione Jesi-Roma, sulla superstrada uscita Jesi Est e seguire le indicazioni.

Gestione:
WWF Italia per un periodo triennale
Via Zanibelli 2 60035 – Jesi
Tel.: 3346047701
Sito web: www.riservaripabianca.it

a cura di Nelli Elena

Parchi Nazionali
Parchi Regionali
Riserve Naturali
Oasi
Versione italiana English version Versión española
I funghi dal vero La fattoria biologica Come fare del buon vino

Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy