Malattie dei conigli

Le malattie più frequenti dei conigli e profilassi vaccinale

Per la prevenzione delle malattie seguire le norme igieniche descritte, usare alimenti di qualità, adottare razze rustiche.
Inoltre i conigli essendo animali non ancora ben adattati alla vita in cattività sono molto sensibili agli stess ambientali. Fattori stressanti possono essere il sovraffollamento, gli sbalzi di temperatura, la paura, i rumori ed i cambi di alimentazione che interferendo sulle funzioni fisiologiche indeboliscono gli animali rendendoli più recettivi alle malattia.

Pasteurellosi (agente eziologico Pasteurella spp): è una malattia che colpisce l’apparato respiratorio. Si verifica soprattutto quando gli animali sono sottoposti a stress ambientali (cambio improvviso di temperatura, correnti d’aria, umidità eccessiva)e spesso viene introdotta in allevamento con animali nuovi apparentemente sani ma che invece eliminano il germe.
L’animale ammalato presenta scolo nasale, congiuntivite, tosse ed ascessi cutanei dai quali rompendosi esce un pus ricchissimo di germi che si diffondono in allevamento. Quando ci accorgiamo della malattia spesso è già troppo tardi per effettuare una terapia antibiotica.
Quindi è molto più efficace agire con le norme di prevenzione descritte ed eliminare gli animali ammalati, i quali guarendo difficilmente, rimangono eliminatori di germi.

Enteriti: condizioni stressanti, errori alimentari e parassitosi sono alla base dei disturbi gastroenterici (gonfiore addominale, diarrea, costipazione) che spesso si verificano negli animali in svezzamento.
Frequentemente gli animali sono infestati dai coccidi che interessando vari tratti dell’intestino determinando lesioni gravi che portano a morte l’animale, i coccidi possono localizzarsi anche al fegato formando dei noduli biancastri disseminati su tutto l’organo.
La prevenzione delle enterite si basa seguendo gli accorgimenti alimentari ed ambientali descritti.
La cura in corso di patologia avviene attraverso la corretta somministrazione di antibiotici e/o antiparassitari.

Rogna: malattia della pelle trasmessa da acari (R. sarcoptica) che si manifesta con la formazione di croste intorno agli occhi, al naso, alle zampe ed al padiglione auricolarecon intenso prurito. Mentre nella rogna auricolare (R. psoroptica) si osservano croste nella faccia interna del padiglione auricolare, l’animale è abbattuto e scuote frequentemente la testa.
Il trattamento per la rogna sarcoptica deve interessare anche gli animali apparentemente sani e comunque non sempre risulta efficace e seguire una scrupolosa disinfezione degli ambienti.
È buona norma fare un controllo accurato degli animali prima di introdurli e rispettare un periodo di isolamento.

Mixomatosi: malattia virale molto grave per il coniglio viene trasmessa essenzialmente da insetti che succhiano sangue (zanzare ecc.) con andamento stagionale. I sintomi sono congiuntivite, gonfiore delle palpebre e orecchie, noduli agli organi genitali. La percentuale di mortalità è molto variabile dal 20 al 50% degli animali.
La vaccinazione è uno strumento efficace per difendere gli animali.
Si possono vaccinare gli animali, in buone condizioni di salute, dopo le 4 settimane di vita e per i riproduttori ripetere la vaccinazione ogni 6 mesi.

Mixomatosi: lesione perioculare Mixomatosi: lesione perioculare

Malattia emorragica: malattia virale molto contagiosa non presenta sintomi caratteristici, spesso si osserva la morte improvvisa, in pochissimo tempo, di diversi animali senza alcun sintomo. La malattia si previene evitando di far entrare estranei in allevamento e vaccinando i soggetti che hanno raggiunto i 50gg, effettuando una ripetizione ogni 6 mesi per i riproduttori.

Fonte: www.izslt.it

Acquista online Coniglicoltura
L'allevamento professionale del coniglio da carne e da affezione
Angeli Gamberini - Edagricole
Alimentazione, patologia e igiene, tecniche di allevamento, genetica, attrezzature e tecnologie... Acquista online >>>

Versione italiana English version Versión española
Gli ovini da latte Allevare galline felici Atlante delle razze autoctone

Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy