Tecnica della produzione animale Zootecnia - Temi Esame di Stato
Tracce Tecnica della produzione animale 2^ Prova - Maturità

2013 - Sessione ordinaria (Corso Sperimentale - Progetto "CERERE UNITARIO"
Moduli: tutti)

Facendo riferimento ad un contesto aziendale di propria conoscenza, il candidato, dopo aver individuato una razza bovina da latte ed averne definito le principali caratteristiche morfofisiologiche e produttive, analizzi nel dettaglio la tecnica di stabulazione che ritiene più idonea specificando i fabbisogni nutritivi degli animali e redigendo il relativo piano di razionamento.

___________________________

Durata massima della prova: 6 ore.
È consentito soltanto l’uso del dizionario di italiano.
E' consentito l'uso del dizionario bilingue (italiano-lingua del paese di provenienza) per i candidati di madrelingua non italiana.
Non è consentito lasciare l'Istituto prima che siano trascorse 3 ore dalla dettatura del tema.

2011 - Sessione ordinaria (Corso Sperimentale - Progetto "CERERE UNITARIO"
Moduli: tutti)

Con riferimento ad un contesto ambientale ed aziendale da definire sinteticamente, il candidato illustri le caratteristiche di una razza bovina italiana da carne che si intende allevare.
Definisca quindi le modalità di allevamento compatibili con le situazioni sintetizzate e specifichi gli aspetti quantitativi e qualitativi della produzione ottenibile.

___________________________

Durata massima della prova: 6 ore.
È consentito soltanto l’uso del dizionario di italiano.
Non è consentito lasciare l'Istituto prima che siano trascorse 3 ore dalla dettatura del tema.

2010 - Sessione ordinaria (Corso Sperimentale - Progetto "CERERE UNITARIO"
Moduli: Valoriz. prod. animale, Agro-territoriale)

L'influenza del genotipo sulle caratteristiche produttive del suino, come risaputo, è notevole.
E' fuori dubbio che un'influenza altrettanto determinante sulle prestazioni del suino viene esercitata dai fattori ambientali in genere e dall'alimentazione in particolare. Considerando cause ed effetti dell'incrocio interrazziale, il candidato, ne valuti ed esemplifichi la possibile utilizzazione per il miglioramento quali-quantitativo della produzione di carne nella tecnica di allevamento del suino.

___________________________

Durata massima della prova: 6 ore.
È consentito soltanto l’uso del dizionario di italiano.
Non è consentito lasciare l'Istituto prima che siano trascorse 3 ore dalla dettatura del tema.

2009 - Sessione ordinaria (Corso Sperimentale - Progetto "CERERE UNITARIO"
Moduli: Valoriz. prod. animale, Agroambientale; Agroindustriale, Vivaismo e colture)

Una azienda, sita in zona pedecollinare, irrigua, attua un ordinamento foraggero-zootecnico, su una estenione di 40,00 ha.
Alleva bovini da carne, acquistando vitelli dell'età di 3-4 mesi e rivendendo vitelloni di 18-20 mesi.
Il candidato descriva un ordinamento colturale compatibile con tale attività aziendale, indichi la razza o le razze allevate e, conoscendo che i fabbisogni alimentari devono essere soddisfatti per il 70% con prodotti aziendali, definisca il numero medio di capi che l'azienda può allevare con un sistema a stabulazione fissa. Svolgimento >>>

___________________________

Durata massima della prova: 6 ore.
È consentito l'uso di prontuari e del dizionario di italiano.
Non è consentito lasciare l'Istituto prima che siano trascorse 3 ore dalla dettatura del tema.

2008 - Sessione ordinaria (Corso Sperimentale - Progetto "CERERE UNITARIO"
Moduli: Valoriz. prod. animale, Agro-territoriale)

Illustra le variazioni dell'energia degli alimenti nel corso della utilizzazione nutritiva nei ruminanti.
Descrivi quindi i fabbisogni energetici e quelli proteici di bovine lattifere ad alta produttività, distinguendo le necessità della fase di accrescimento e quelle relative alle lattazioni più elevate.

___________________________

Durata massima della prova: 6 ore.
È consentito soltanto l’uso del dizionario di italiano.
Non è consentito lasciare l'Istituto prima che siano trascorse 3 ore dalla dettatura del tema.

2007 - Sessione ordinaria (Corso Sperimentale - Progetto "CERERE UNITARIO"
Moduli: Valoriz. prod. animale, Agroambientale; Agroindustriale, Vivaismo e colture)

Una azienda zootecnica produce bovini da carne acquistando i capi a 5-6 mesi di età e rivendendoli al peso di 480-500 kg.
il candidato descriva sinteticamente i caratteri di una razza italiana adatta a tale tipo di produzione, illustri gli incrementi ponderali nei diversi periodi dell'allevamento e definisca le necessità alimentari connesse a tali periodi, sintetizzandole in U.F. quotidiane ed indicando i contenuti proteici "pro die" indispensabili. Svolgimento >>>

___________________________

Durata massima della prova: 6 ore.
È consentito soltanto l’uso del dizionario di italiano.
Non è consentito lasciare l'Istituto prima che siano trascorse 3 ore dalla dettatura del tema.

2005 - Sessione suppletiva (Indirizzo Agrario - Cerere unitario: tutti i moduli)

Nell’ambito di una specie zootecnica, liberamente scelta, il candidato illustri i risultati di incroci realizzati, descrivendo tecniche e finalità dell’indicato metodo di riproduzione.

___________________________

Durata massima della prova: 6 ore.
È consentito soltanto l’uso del dizionario di italiano.
Non è consentito lasciare l'Istituto prima che siano trascorse 3 ore dalla dettatura del tema.

2005 - Sessione ordinaria (Indirizzo Agrario - Cerere unitario: tutti i moduli)

Le modalità di allevamento delle vitelle di razze da latte comportano particolari attenzioni e cure la cui efficacia può condizionare la futura carriera produttiva.
Il candidato illustri le tecniche e gli accorgimenti da adottare in detta fase, con eventuali riferimenti ad una razza da lui prescelta. Indichi poi il valore nutritivo della razione giornaliera per soggetti di 9-10 mesi appartenenti ad un allevamento ad elevata produzione lattea.

___________________________

Durata massima della prova: 6 ore.
È consentito soltanto l’uso del dizionario di italiano.
Non è consentito lasciare l'Istituto prima che siano trascorse 3 ore dalla dettatura del tema.

2003 - Sessione ordinaria (Indirizzo Agrario - Cerere unitario: tutti i moduli)

Il candidato, dopo aver illustrato le caratteristiche morfologiche - produttive di una razza bovina da latte, descriva le connotazioni più significative della specifica produzione, analizzando gli aspetti della curva annuale della lattazione e della sua evoluzione nel corso degli anni. Esamini poi possibili modalità per ottenere aumenti qualitativi e quantitativi delle produzioni lattee, riferendosi ad ambienti con elevata predisposizione per detta attività.

___________________________

Durata massima della prova: 7 ore.
È consentito soltanto l’uso del dizionario di italiano.
Non è consentito lasciare l'Istituto prima che siano trascorse 3 ore dalla dettatura del tema.

2001 - Sessione ordinaria (Indirizzo Agrario - Cerere unitario: tutti i moduli)

Il conduttore di un'azienda estesa per ha 70, sita in zona pedecollinare, irrigua per il 40% della superficie, intende ridurre l'apporto esterno di mangime per il bestiame da latte che alleva, costituito da animali di buona genealogia. Ha deciso che dovrà integrare, per una quantità massima del 15% le razioni ottenute con i prodotti aziendali, acquistando mais da granella e farina di soia o girasole.
Il candidato descriva un possibile ordinamento colturale e determini la quantità di bestiame allevabile indicando il tipo prescelto di allevamento. Definisca quindi la quantità di alimenti necessari, partendo dalla produzione aziendale integrata con gli acquisti, per una razione media relativa a pesi vivi di q.li 5,50-6 con produzioni lattee di buon livello e ne determini il valore nutritivo. Svolgimento >>>

___________________________

Durata massima della prova: 7 ore.
Durante lo svolgimento della prova è consentito l'uso dei manuali tecnici e di calcolatrici non programmabili.
Non è consentita la consultazione di libri di testo.
Non è consentito lasciare l'Istituto prima che siano trascorse 3 ore dalla dettatura del tema.

 

2000 - Sessione ordinaria (Indirizzo Agrario - Cerere unitario: Modulo Valorizzazione della produzione animale)

Il miglioramento genetico dei bovini da latte ha raggiunto, in molti paesi, risultati rilevanti con prestazioni produttive elevate.
Il candidato descriva i criteri con i quali si procede all'attività di miglioramento esponendo le modalità con cui si potrebbe operare su una razza allevata in zona temperata-asciutta nella quale la media della produzione, per animali tenuti con sistema stallivo, oscilla intorno ai 32 q.li di latte annui con il 3% di sostanza grassa.

___________________________

Durata massima della prova: 6 ore.
E' consentito l'uso del dizionario di italiano.
Non è consentito lasciare l'Istituto prima che siano trascorse 3 ore dalla dettatura del tema.

Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - [email protected]