Estimo - Tecniche di valutazione - EEML - Temi Esame di Stato
Tracce Estimo Tecniche di valutazione 2^ Prova - PERITI AGRARI

Esame 2016 - Sessione suppletiva - (Articolazione: Produzioni e trasformazioni)
Tema di: ECONOMIA, ESTIMO, MARKETING E LEGISLAZIONE

Il candidato svolga la prima parte della prova e risponda a due tra i quesiti proposti nella seconda parte.

PRIMA PARTE
Il candidato esprima il giudizio di convenienza, per il proprietario coltivatore diretto, alla trasformazione della propria azienda di coltivazioni arboree di 8 ha da convenzionale a biologica.
A tal fine, si ipotizzi che il periodo transitorio, necessario al completamento della miglioria fondiaria, richieda tre anni durante i quali la diminuzione di Beneficio fondiario sarà pari al 30% di quello ante miglioria.
Al termine, il Beneficio fondiario post miglioria verrà determinato tenendo conto che la produzione si ridurrà di 10% ma i prezzi del prodotto incrementeranno del 40% rispetto a quelli dei prodotti convenzionali. Oltre a ciò si tenga conto che verranno ordinariamente corrisposti aiuti comunitari di 600€/ha all’anno.
Il candidato illustri ed argomenti esaustivamente tutte le scelte tecniche ed economiche adottate. Per quanto non espressamente indicato farà riferimento alla propria esperienza, al proprio territorio, alla capacità innovativa ed alle sue competenze estimative.

SECONDA PARTE
1. Cosa si intende per Greening e come incide sulla nuova PAC.
2. Determinare l’ammontare delle anticipazioni colturali indicando la corretta epoca di stima.
3. Qualora si espropriasse una porzione di arboreto posta lungo il confine, di 10 m. di larghezza e 152 m. di lunghezza, a quanto ammonterebbe l’indennità d’esproprio?
4. Scopi e procedure della Valutazione di Impatto Ambientale, con riferimento ad eventuali esperienze formative svolte dal candidato in ambiente extra scolastico (es. stage, tirocini o altre esperienze scuola-azienda).

__________________

Durata massima della prova: 6 ore.
È consentito l’uso di manuali, di prontuari tecnici e di calcolatrici non programmabili È consentito l’uso del dizionario di lingua italiana.
È consentito l’uso del dizionario bilingue (italiano-lingua del paese di provenienza) per i candidati di madrelingua non italiana. Non è consentito lasciare l’Istituto prima che siano trascorse 3 ore dalla dettatura del tema.

Esame 2016 - Sessione ordinaria - (Articolazione: Produzioni e trasformazioni)
Tema di: ECONOMIA, ESTIMO, MARKETING E LEGISLAZIONE

Il candidato svolga la prima parte della prova e risponda a due tra i quesiti proposti nella seconda parte.

PRIMA PARTE
Un'azienda ad indirizzo cerealicolo-zootecnico, dell'estensione di 40 ettari e dotata di buona fertilità, è condotta da un proprietario coltivatore diretto.
A scopo di compravendita si richiede la determinazione del valore del fondo con metodo analitico.
Il candidato, facendo riferimento ad una zona di propria conoscenza e dopo aver opportunamente illustrato la combinazione produttiva, assumendo tutti i dati con criteri di congruità, determini quanto richiesto in premessa.

SECONDA PARTE
1. Dettagliare la voce "Imposte, Tasse e Contributi" inerente il bilancio refatto nello svolgimento della prima parte.
2. Illustrare le caratteristiche dei mercati dei prodotti agrari, facendo riferimento anche ad eventuali esperienze formative svolte in ambiente extra-scolastico (es. stage, tirocini o altre esperienze scuola-azienda).
3. Illustrare la procedura per la determinazione del valore di mercato di un fondo tramite stima sintetica, con specifico riferimento ad una zona di conoscenza del candidato.
4. Con riferimento ad un'azienda ad un'azienda ad indirizzo frutticolo, illustrare le modalità di determinazione del valore dei frutti pendenti, sviluppando un esempio con dati a scelta.

__________________
Durata massima della prova: 6 ore.
È consentito l’uso di manuali e prontuari tecnici e di calcolatrici non programmabili.
È consentito l’uso del dizionario di lingua italiana.
È consentito l’uso del dizionario bilingue (italiano-lingua del paese di provenienza) per i candidati di madrelingua non italiana.
Non è consentito lasciare l’Istituto prima che siano trascorse 3 ore dalla dettatura del tema.

Indirizzo: ITPT - AGRARIA, AGROALIMENTARE E AGROINDUSTRIA
ARTICOLAZIONE PRODUZIONI E TRASFORMAZIONI
Tema di: ECONOMIA, ESTIMO, MARKETING E LEGISLAZIONE

ESEMPIO PROVA - Pubblicato il 13 maggio 2016 su sito www.istruzione.it

Il candidato svolga la prima parte della prova e risponda a due tra i quesiti proposti nella seconda parte.

Parte prima
Il candidato proceda alla valutazione di un fondo di 4 ha, interamente a seminativo, mediante procedimento MCA Market Comparison Approach e con riferimento alle regole IVS International valuation standards, nell’ipotesi che, in considerazione dell’omogeneità della zona - per le caratteristiche agro ambientali - e per la grande affinità tra l’immobile da stimare ed i comparabili, sia applicabile la stima monoparametrica sulla base della superficie aziendale.
Il candidato, dopo aver descritto le caratteristiche intrinseche ed estrinseche del fondo, illustri ed argomenti esaustivamente tutte le scelte tecniche ed economiche adottate. Per quanto non espressamente indicato, farà riferimento alla propria esperienza, al proprio territorio, ed alle proprie competenze estimative.

Parte Seconda
1) Che cosa si intende per rimonta interna ed esterna? Con riferimento ad un'azienda di sua conoscenza, assumendo opportunamente i dati necessari, il candidato valuti la consistenza del bestiame mediamente presente e quale delle due rimonte risulterebbe più vantaggiosa.
2) Con riferimento all'azienda di cui alla prima parte, il candidato identifichi ed illustri i metodi più adatti per la commercializzazione dei prodotti.
3) Converrebbe per l’azienda aderire ad un consorzio irriguo che richiede un contributo di 200€ ad ettaro, nell’ipotesi che la PLV si incrementi del 20 %?
4) Se l’azienda fosse gravata da un mutuo ipotecario di originari 200.000 € da estinguersi in 15 anni e fosse in scadenza la nona rata, a quanto ammonterebbe il suo valore reale? i=0,05

__________________
Durata massima della prova: 6 ore. È consentito l’uso di calcolatrice non programmabile, di manuali e prontuari tecnici.
È consentito l’uso del dizionario di lingua italiana.
È consentito l’uso del dizionario bilingue (italiano-lingua del paese di provenienza) per i candidati di madrelingua non italiana.
Non è consentito lasciare l’Istituto prima che siano trascorse 3 ore dalla dettatura del tema.

Esame 2014 - Sessione ordinaria (Corso Sperimentale - Progetto "CERERE UNITARIO" Tutti i moduli
Indirizzo Generale - Corso di ordinamento)

E' richiesta, a scopo di compravendita, la stima analitica di un fondo costituito da terreni di buona fertilità e condotto da un proprietario coltivatore diretto.
Il candidato, facendo riferimento ad una zona di propria conoscenza e dopo aver illustrato opportunamente la combinazione produttiva in atto, assumendo i dati mancanti con criteri di congruità, determini quanto richiesto in premessa considerando che sul fondo grava un mutuo ipotecario di € 50.000 estinguibile in 10 anni.

_______________________
Durata massima della prova: 6 ore.
È consentito soltanto l’uso del dizionario di italiano e di calcolatrici non programmabili.
E' consentito l'uso del dizionario bilingue (italiano-lingua del paese di provenienza) per i candidati di madrelingua non italiana.
Non è consentito lasciare l'Istituto prima che siano trascorse 3 ore dalla dettatura del tema.

Esame 2012 - Sessione ordinaria (Corso Sperimentale - Progetto "CERERE UNITARIO" Tutti i moduli
Indirizzo Generale - Corso di ordinamento)

Una azienda agricola, estesa su 15 ha in zona pedecollinare, realizza un ordinamento produttivo misto, con 5 ha di frutteto (pesco e susino) e 10 ha di colture erbacee (mais, patata, grano). Disponendo di acqua estratta da due pozzi, riesce ad irrigare circa l'80% della superficie, con esclusione di quella coltivata a grano.
A seguito di lavori per la realizzazione di una galleria sotterranea le disponibilità idriche vengono a mancare in maniera definitiva.
Si definisca, con dimostrazione analitica, l'entità del danno che l'azienda subisce, ipotizzando anche una eventuale modifica dell'ordinamento colturale.

_______________________
Durata massima della prova: 6 ore.
È consentito soltanto l’uso del dizionario.
Non è consentito lasciare l'Istituto prima che siano trascorse 3 ore dalla dettatura del tema.

Esame 2010 - Sessione ordinaria (Corso Sperimentale - Progetto "CERERE UNITARIO"
Moduli: Agro-ambientale - Agro-industriale - Vivaismo e colture protette)

Il candidato determini il più probabile lavoro di mercato, con procedimento sintetico, di un'azienda agraria, con caratteristiche tecnico-economiche verosimiglianti, situata nelle immediate adiacenze di un centro abitato.

_______________________
Durata massima della prova: 6 ore.
È consentito soltanto l’uso del dizionario.
Non è consentito lasciare l'Istituto prima che siano trascorse 3 ore dalla dettatura del tema.

Nota di www.agraria.org
"...il più probabile lavoro di mercato": un chiaro e grossolano errore di scrittura (al posto di lavoro, valore).

Esame 2009 - Sessione ordinaria (Corso Sperimentale - Progetto "CERERE UNITARIO"
Modulo: Agroterritoriale e Indirizzo Generale - Corso di ordinamento)

Una azienda sita in zona pianeggiante, estesa per 9,00 ha, ad ordinamento frutticolo specializzato, viene assoggettata ad esproprio parziale per l'allargamento di un tratto autostradale. La superficie interessata a tale azione ammonta a mq 3500.
Il candidato descriva analiticamente gli aspetti tecnico-colturali che possano caratterizzare la struttura produttiva, scegliendo specie e cultivar costituenti l'impianto che trovasi al sesto anno del ciclo.
Proceda successivamente alla determinazione, su richiesta del proprietario coltivatore diretto, della relativa indennità.

_______________________
Durata massima della prova: 6 ore.
È consentito l'uso di prontuari e del dizionario di italiano.
Non è consentito lasciare l'Istituto prima che siano trascorse 3 ore dalla dettatura del tema.

Esame 2008 - Sessione ordinaria (Corso Sperimentale - Progetto "CERERE UNITARIO"
Moduli: Agro-ambientale - Agro-industriale - Vivaismo e colture protette)

A seguito di sentenza emessa dalla sezione agraria di una Corte di Appello, munita di clausola di provvisoria esecuzione, il fittuario di un fondo ad ordinamento frutticolo deve cederne la detenzione, dichiarata illegittima a partire dal precedente undici novembre, entro il 30 aprile.
Il candidato descriva le caratteristiche tecniche di un impianto frutticolo coetaneo, esteso su cinque ettari pianeggianti, costituito da specie e cultivar da lui prescelte, illustrandone gli aspetti colturali più significativi.
Proceda poi a determinare il valore dei frutti pendenti.

_______________________
Durata massima della prova: 6 ore.
È consentito soltanto l’uso del dizionario.
Non è consentito lasciare l'Istituto prima che siano trascorse 3 ore dalla dettatura del tema.

Esame 2007 - Sessione ordinaria (Corso Sperimentale - Progetto "CERERE UNITARIO"
Modulo: Agroterritoriale e Indirizzo Generale - Corso di ordinamento)

Il proprietario di un fondo esteso per ha 4,50, pianeggiante, con ordinamento a colture erbacee in rotazione triennale, ha ceduto in usufrutto, definito con specifico contratto, tale bene ad un suo collaboratore, dell’età di anni 39, quale compenso per la prestata collaborazione.
L’usufruttuario, dopo due anni, cede detto diritto ad altro coltivatore suo coetaneo, non essendo dal precedente contratto vietata la cessione.
Il candidato, ipotizzando tutti gli altri dati necessari, determini il valore del diritto dello usufruttuario e della nuda proprietà al momento della sua cessione.

_______________________
Durata massima della prova: 6 ore.
È consentito soltanto l’uso del dizionario.
Non è consentito lasciare l'Istituto prima che siano trascorse 3 ore dalla dettatura del tema.

Esame 2006 - Sessione ordinaria (Corso Sperimentale - Progetto "CERERE UNITARIO"
Moduli: Valoriz. prod. animale, Agroambientale; Agroindustriale, Vivaismo e colture)

Il proprietario di un'azienda viticola estesa per ha 12,5, sita in collina e con soprassuolo allevato a cordone speronato, ha costruito una cantina per la trasformazione dell'uva, giacché il bene è stato inserito in una zona viticola a denominazione d'origine controllata.
Ha stipulato un contratto con una ditta fornitrice di impianti e macchinari per la trasformazione, desiderando ottenere un vino rosso di qualità con un periodo d'invecchiamento in botticelle di rovere.
Al momento della vendemmia la ditta fornitrice non ha portato a termine l'impianto costringendo il proprietario a vendere l'uva prodotta.
Nel giudizio intentato dal proprietario per la mancata realizzazione dell'impianto il giudice istruttore chiede al tecnico nominato quale consulente di definire il valore dell'eventuale danno subito dall'attore.
Il candidato, ipotizzando ogni dato necessario alla risposta, illustri il procedimento estimativo necessario a dare il parere richiesto.

_______________________
Durata massima della prova: 6 ore.
È consentito soltanto l’uso del dizionario.
Non è consentito lasciare l'Istituto prima che siano trascorse 3 ore dalla dettatura del tema.

Esame 2005 - Sessione ordinaria (Indirizzo : Generale - Corso di ordinamento)

Un'azienda frutticola estesa per 4,20 ha, sita in pianura e dotata di impianti di microirrigazione, viene acquistata da un coltivatore diretto il quale comunica all'esistente fittuario di voler esercitare il diritto di ripresa.
Il fittuario accetta di recedere alla fine dell'annata agraria chiedendo che gli vengano indennizzati i miglioramenti effettuati. Le parti convengono che questi consistono nell'impianto di 1,50 ha di drupacee e 0,70 ha di pomacee entrambi attualmente al sesto anno di età.
Il candidato, ipotizzando ogni altro dato tecnico economico necessario, proceda alla determinazione dei miglioramenti.
Svolgimento (clicca qui)

_______________________
Durata massima della prova: 6 ore.
È consentito soltanto l’uso del dizionario.
Non è consentito lasciare l'Istituto prima che siano trascorse 3 ore dalla dettatura del tema.

Esame 2004 - Sessione suppletiva (Corso Sperimentale - Progetto CERERE UNITARIO
Tutti i moduli)

Una azienda estesa per 4 ettari, composta da tre particelle comprendenti un vigneto di 1,60 ha, un frutteto irriguo di 1,00 ha e un frutteto asciutto di 0,40 ha, deve essere divisa in due parti di eguale valore.
Il candidato ipotizzi un progetto di divisione ed indichi la documentazione tecnica necessaria per l'approvazione del frazionamento.

_______________________
Durata massima della prova: 6 ore.
È consentito soltanto l’uso del dizionario.
Non è consentito lasciare l'Istituto prima che siano trascorse 3 ore dalla dettatura del tema.

Nota di www.agraria.org
Errare humanum est, perseverare ... Come è accaduto spesso negli ultimi anni, anche questa volta il Ministero dell'Istruzione ha mandato alle Commissioni un testo con errori grossolani. La somma delle superfici di vigneto, frutteto irriguo e frutteto asciutto e' pari a 3,00 ha e non 4,00. Forse un ettaro è di superficie improduttiva o, piu' probabilmente, il vigneto occupa 2,60 ettari? Riteniamo siamo piu' corretto (e chiaro) scrivere:

Una azienda estesa per 4 ettari, composta da tre particelle, una coltivata a vigneto di 2,60 ettari, una a frutteto irriguo di 1,00 ha e una a frutteto asciutto di 0,40 ha, deve essere divisa in due parti di eguale valore.
Il candidato ipotizzi un progetto di divisione ed indichi la documentazione tecnica necessaria per l'approvazione del frazionamento.

Esame 2004 - Sessione ordinaria (Corso Sperimentale - Progetto "CERERE UNITARIO" - Tutti i moduli)

Un fondo ad ordinamento frutticolo, con impianto al 7° anno, esteso per 5 ha, subisce danni provocati dall'incendio di un confinante bosco appartenente a diverso proprietario.
Vengono distrutte essenze da frutto poste sul lato di confine con sesti di metri 4 x 4.
Il candidato, dopo aver definito una specie ed una cultivar di sua scelta ed ogni altro aspetto tecnico strutturale utile alla caratterizzazione aziendale, proceda alla determinazione del danno, fornendo spiegazioni agronomiche ed economiche di ogni elemento preso in considerazione per la determinazione del suindicato ammontare.

_______________________
Durata massima della prova: 6 ore.
È consentito soltanto l’uso del dizionario.
Non è consentito lasciare l'Istituto prima che siano trascorse 3 ore dalla dettatura del tema.

Esame 2003 - Sessione ordinaria (Indirizzo : Generale - Corso di ordinamento)

Scaduto un contratto, a seguito di sentenza definitiva di una Sezione agraria specializzata, viene stabilito che il fittuario ha diritto ai miglioramenti realizzati consistenti nell’impianto di un frutteto e nella costruzione di un pozzo capace di sostenere i fabbisogni irrigui dell’intera azienda, estesa su 5 ha.
Al momento del rilascio, il frutteto, di 3 ha, si trova a metà del suo ciclo produttivo.
Completando con dati credibili la descrizione del fondo migliorato ed illustrando analiticamente il tipo di impianto, il candidato proceda a valutazione dell’indennizzo.

_______________________
Durata massima della prova: 7 ore.
È consentito soltanto l’uso del dizionario di italiano.
Non è consentito lasciare l'Istituto prima che siano trascorse 3 ore dalla dettatura del tema.

Esame 2002 - Sessione ordinaria (Corso Sperimentale - Progetto "CERERE UNITARIO"
Tutti i moduli)

Per decidere in merito ad una divisione di una eredità un giudice chiede ad un consulente tecnico la valutazione di un'azienda ad ordinamento frutticolo, estesa per ha 11 in zona pianura irrigua.
Il soprassuolo è costituito da un pescheto impiantato da un anno su 4 ha e da una pomacea di 10 anni estesa ha 7.
Ipotizzando altri dati necessari alla risoluzione del quesito, il candidato proceda a redigere una stima analitica giustificando ogni dato che prende in considerazione agli effetti della valutazione.
Svolgimento (clicca qui)

_______________________
Durata massima della prova: 7 ore.
Durante lo svolgimento della prova è consentito l'uso dei manuali tecnici.
Non è consentita la consultazione di libri di testo.
Non è consentito lasciare l'Istituto prima che siano trascorse 3 ore dalla dettatura del tema.

Esame 2001 - Sessione ordinaria (Indirizzo : Generale - Corso di ordinamento)

Il proprietario di un fondo rustico a colture erbacee annuali cede in fitto per dodici anni, ad un coltivatore diretto, tale bene sito in zona di pianura piuttosto lontano da centri abitati.
Nel contratto, stipulato con l'assistenza delle organizzazioni sindacali sia del concedente che del fittuario, è previsto che nessun indennizzo, né per miglioramenti né per frutti pendenti, dovrà essere pagato alla naturale scadenza.
Il fittuario procede immediatamente all'impianto di un arboreto da frutto specializzato.
Dopo cinque anni un decreto di occupazione per opera di pubblica utilità, riguardante l'intera superficie del fondo, esteso per ha 4,20, priva del possesso del bene il conduttore.
Successivamente viene emesso il decreto di esproprio totale.
Ipotizzando tutti i dati necessari a definire una configurazione tecnico-economica del fondo, il candidato determini le indennità spettanti motivando adeguatamente i valori che ritiene possano essere individuati per l'elaborazione della stima.

_______________________
Durata massima della prova: 7 ore.
Durante lo svolgimento della prova è consentito l'uso del dizionario di italiano.
Non è consentita la consultazione di libri di testo.
Non è consentito lasciare l'Istituto prima che siano trascorse 3 ore dalla dettatura del tema.

Esame 2000 - Sessione ordinaria (CERERE UNITARIO - Moduli: Agroambientale, Agroindustriale, Vivaismo e colture protette)

Per dei lavori eseguiti in una zona sita a monte di un frutteto di circa 5 ha, in fase di piena produzione, è venuta meno la possibilità di irrigazione giacché è risultato danneggiato lo strato impermeabile sul quale scorreva acqua che alimentava un autonomo pozzo aziendale.
Un tribunale ha accertato che l'accaduto era da attribuire ad imperizia di chi ha realizzato i lavori ipotizzando, sulla base di una realizzazione tecnica, che per il ripristino della situazione idrologica occorrono tre anni.
Il candidato, dopo aver analiticamente descritto le caratteristiche dell'impianto e le variazioni degli aspetti quantitativi e qualitativi della produzione, proceda a determinazione del danno, con l'ipotesi che dalle immediate vicinanze non sia possibile captare o derivare acqua irrigua.

_______________________
Durata massima della prova: 6 ore.
E' consentito l'uso del dizionario di italiano.
Non è consentito lasciare l'Istituto prima che siano trascorse 3 ore dalla dettatura del tema.

Esame 1999 - Sessione ordinaria (Cerere '90)

Un istituto di credito affida ad un tecnico il compito di definire, con motivato parere, il più probabile valore di mercato di una azienda agricola sita in zona pedecollinare, estesa per ha 18, dotata di un fabbricato per abitazione, un locale adibito a cantina, due ettari di vigneto.
Nell'incarico viene precisato che occorre fornire una precisa descrizione di tutte le caratteristiche aziendali e del procedimento, analitico oppure sintetico, prescelto per definire il richiesto valore, con adeguata motivazione di ogni decisione influente sulla valutazione, giacché la relazione estimativa dovrà essere esaminata dal Consiglio di amministrazione.
Il candidato proceda ad elaborare la relazione di stima ipotizzando ogni dato necessario ad espletare compiutamente l'incarico.

_______________________
Durata massima della prova: 6 ore.
Non è consentita la consultazione di libri di testo.
Non è consentito lasciare l'Istituto prima che siano trascorse 3 ore dalla dettatura del tema.

Esame 1999 - Sessione suppletiva (Cerere '90)

Un fondo sito in zona pianeggiante, esteso per ha 9,40, dotato di un fabbricato per abitazione atto ad ospitare una piccola famiglia colonica e di ha 2,50 di frutteto appena impiantato, deve essere diviso fra tre eredi, figli del proprietario defunto. Il "de cuius" ha stabilito, con testamento, che a favore del più giovane degli eredi venga devoluta la quota disponibile. Il candidato determini il più probabile valore del fondo e quello delle tre quote ereditarie.
_______________________
Durata massima della prova: 6 ore.
Non è consentita la consultazione di libri di testo.
Non è consentito lasciare l'Istituto prima che siano trascorse 3 ore dalla dettatura del tema.

Esame 1995 - Sessione ordinaria

Dopo aver illustrato sinteticamente l'evoluzione delle norme riguardanti le espropriazioni per pubblica utilità, il candidato esponga i criteri per la determinazione della indennità e successivamente l'indennità stessa spettante al proprietario di un'azienda ad ordinamento frutticolo che, a seguito di azione pubblica, viene a perdere 5.000 m2 sui quali insiste un capannone di 600 m2 per la lavorazione dei prodotti.
L'azienda, estesa per 10,50 ha, ha un soprassuolo coetaneo dell'età di 6 anni, è sita in zona pedecollinare, è provvista di un impianto di irrigazione ed invia al mercato frutta destinata all'esportazione e quindi allestita secondo le norme specificatamente previste per tale destinazione.

Esame 1993 - Sessione ordinaria

Viene richiesta, per una successione ereditaria, la valutazione di un'azienda vitivinicola estesa per 16.00.00 ha, sita in zona pedecollinare, con impianti a cordone speronato. Il soprassuolo risulta così composto:
- 7 ha al 14° anno di impianto;
- 6 ha al 10° anno;
- 3 ha al 6° anno.
L'azienda, provvista di strutture per la vinificazione, vende il prodotto a ditte che provvedono all'imbottigliamento.
Le dotazioni aziendali comprendono due trattrici, un aratro, un rincalzatore, un motocoltivatore, quattro carrelli per il trasporto, un polverizzatore rotativo e inoltre la normale attrezzatura per la vinificazione.
Il candidato, ipotizzando ogni altra caratteristica tecnica ed economica utile ai fini valutativi ed esponendo le necessarie considerazioni inerenti ai criteri che sceglie, descriva il procedimento necessario alla formulazione del giudizio di stima riferito al probabile valore di mercato del bene.

Esame 1992 - Sessione ordinaria

Una frana, staccatasi da un terreno appartenente al demanio comunale, si abbatte su un'azienda agricola limitrofa causando i seguenti danni:
- distruzione di un centinaio di piante di pesco;
- distruzione di un pozzo e di parte dell'impianto irriguo.
L'azienda, estesa 4.50.00 ha, attiva un ordinamento ortofrutticolo con 3.00.00 ha di pescheto di 6 anni a palmetta e 1.20.00 ha di colture ortive primaverili-estive.
Il candidato, ipotizzando tutti i dati necessari alla valutazione del danno, proceda alla stima dell'indennizzo spettante al proprietario conduttore, sapendo che l'evento si è verificato a metà aprile.
Svolgimento (clicca qui)

Esame 1988 - Sessione ordinaria

Il fittuario di un'azienda estesa per 40 ha, pianeggiante, esegue, con il parere favorevole dell'organo tecnico provinciale, opere di miglioramento fondiario consistenti nello scavo di due pozzi e in un collegato impianto di distribuzione idrica.
Trascorsi cinque anni, per sopravvenuta inidoneità fisica, il suddetto locatario chiede il recesso del contratto e l'indennità per i miglioramenti eseguiti.
Dopo aver sinteticamente descritto le strutture aziendali originarie, le caratteristiche delle opere realizzate e le conseguenti modifiche all'orientamento produttivo, il candidato determini l'ammontare dell'indennità ai sensi delle leggi vigenti.

Esame 1988 - Sessione suppletiva

In un'azienda a ordinamento zootecnico, produttrice di carne, il conduttore proprietario, seguendo le indicazioni del mercato, decide di modificare l'indirizzo, per produrre latte alimentare.
Descritte la caratteristiche agronomiche dell'azienda, estesa per 80 ha, il candidato illustri analiticamente gli interventi trasformativi, ne determini il più probabile di costo e, supposto che le modifiche si realizzino in un triennio, definisca l'entità del capitale annuo di cui avrà bisogno; stabilisca quindi il più probabile valore di mercato dell'azienda, a cancello chiuso.

Esame 1987 - Sessione ordinaria

Un'operazione di diserbo lungo le sponde di un canale di bonifica, mal condotta, provoca danni per una fascia profonda 40 m e per una superficie complessiva di 2 ha ad un frutteto contiguo specializzato.
Dopo aver descritto le caratteristiche agrologiche della zona e quelle tecniche del frutteto, si indichino la natura e l'entità del danno e si analizzino i criteri per la sua quantificazione.

Esame 1985 - Sessione ordinaria

Un'azienda agraria, estesa complessivamente 25.80.00 ha, dovrà essere divisa, in seguito a successione ereditaria, secondo le quote di diritto spettanti a ciascun erede.
Dal testamento del "de cuius" si rileva l'assegnazione della quota disponibile al figlio A.
Gli eredi sono rappresentati da tre figli e dal coniuge superstite.
Il candidato, dopo aver descritto le caratteristiche agroeconomiche dell'azienda presa in esame, proceda:
a) alla valutazione dell'immobile, seguendo il procedimento di stima per capitalizzazione dei redditi;
b) al calcolo delle quote di diritto e delle relative quote di fatto.
Si rappresenti infine il tipo di frazionamento e si descrivano le variazioni che si verificheranno nei documenti catastali in seguito alla divisione ereditaria.

Esame 1983 - Sessione ordinaria

Si vuol dotare un complesso industriale di acqua e di energia elettrica.
Il candidato, stabiliti a suo piacere ma con opportuno criterio, il tracciato delle singole opere e di conseguenza le superfici dei fondi rustici (destinate a coltura erbacea) da assoggettare a servitù e gli altri eventuali danni, proceda, alla luce delle norme in vigore, al calcolo delle relative indennità per servitù permanenti. E' richiesta la stima sintetica per valori delle varie qualità e classi di terreno asservito, mentre dovranno essere valutati analiticamente i danni per frutti pendenti.

Esame 1981 - Sessione ordinaria

E' richiesta la stima analitica del più probabile valore di mercato di un'azienda zootecnica che produce suinetti del peso di 25 kg circa da destinare al mercato.
L'azienda, la cui superficie totale è di 14 ha, è sita in una zona irrigua con terreni fertili e leggeri. La superficie agraria utilizzata è destinata a colture cerealicole i cui prodotti vengono adoperati per l'alimentazione dei suini.
Le immobilizzazioni tecniche sono costituite da:
- abitazione della famiglia coltivatrice (valore di costo L. 50.000.000);
- porcilaia, magazzini, ripostigli, ecc. (valore di costo L. 60.000.000);
- impianto irriguo per aspersione (valore L. 20.000.000);
- efficiente parco macchine;
- 80 scrofe oltre i verri e i capi in allevamento per la rimonta.
Per la conduzione dell'azienda sono necessarie circa 3.000 ore lavorative che sono prestate dal proprietario e dai suoi familiari.
Il candidato, dopo aver descritto analiticamente la composizione delle scorte aziendali, proceda alla richiesta valutazione del fondo a cancello chiuso.

Temi di Italiano
Agrari-Geometri
Esami Abilitazione
Versione italiana English version Versiķn espaņola
La coltivazione della vite Guida al biologico Coltivare ed allevare per l'autosufficienza della famiglia

Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy