Classificazione sistematica
Atlante di Apicoltura - Allevamento delle api

Classificazione

Ordine: Hymenoptera
Famiglia: Apidae
Genere: Apis
Specie: mellifera
Razza: ligustica

L’ape mellifera (Apis Mellifera L.) è un imenottero appartenente alla famiglia degli apidi, è originaria dell’Africa ed attraversando la Francia si è diffusa in tutta Europa. L’A.mellifera è la specie più allevata ma al genere Apis appartengono altre tre specie:

  • Apis dorsata F. o “Ape gigante”, per le sue notevoli dimensioni (come quelle di un calabrone);  è diffusa in India, Indocina e Indomalesia.
  • Apis florea F. o “Ape nana”, di dimensioni inferiori della mellifera, è diffusa nelle stesse zone della precedente specie.
  • Apis indica F.molto simile alla mellifera, ma leggermente più piccola; diffusa in India, Cina e Siberia.

Colonie di Apis dorsata
Albero con un centinaio di colonie di Apis dorsata (foto www.thehindu.com)

La razza più allevata in Italia e per lo più diffusa in tutto il mondo è la ligustica, anche se ve ne sono altre che vengono divise in tre gruppi:
· Razze europee
· Razze orientali
· Razze africane

Nell’ambito delle varie razze esistono anche sottorazze e ceppi con caratteristiche diverse rispetto ad altri gruppi della stessa razza, per esempio l’ape americana è un ceppo particolare di Apis mellifera ligustica.
Le razze di maggior interesse e diffusione sono:
· Apis mellifera ligustica Spin.o ape italiana; ha luogo di origine nel nord Italia, in Liguria e Piemonte. E’ una razza particolarmente laboriosa, molto docile, caratterizzata da regine precoci, prolifiche e con scarsa tendenza alla sciamatura anche se, di contro, presenta propensione al saccheggio e deriva.
· Apis mellifera mellifera L. o ape nera; originaria dell’Europa nord-orientale, è attualmente diffusa dalla Spagna fino alla Siberia. E’ meno docile della ligustica, poco portata a sciamare, sviluppa in tarda primavera, presenta buona capacità di svernare in condizioni climatiche avverse.
· Apis mellifera carnica Pollmann o ape carnica; originaria delle Alpi austriache e dei Balcani settentrionali, presente in Austria, Jugoslavia, Ungheria, Romania e Bulgaria. Presenta una colorazione scura e una fitta peluria grigiastra, è molto docile e prolifica, sverna in condizioni avverse, non ha tendenza al saccheggio ed è resistente alle malattie della covata, ma è propensa a sciamare.
· Apis mellifera caucasica Gorb o ape caucasica; originaria del Caucaso centrale e ora diffusa in Russia, molto docile con tendenza a propolizzare elevata, utilizzata per produrre ibridi.
· Apis mellifera adansonii Latreille o ape africana; originaria dell’Africa centro-occidentale, molto aggressiva, sciamatrice e con elevata tendenza al saccheggio.

Ibridi: il risultato dell’accoppiamento tra maschi e regine di altre razze, manifestano caratteristiche diverse e spesso migliori dei genitori (eterosi). Questo ha incitato molti apicoltori e allevatori di regine a fare incroci ma, se il prodotto dell’incrocio (ibridi di 1° generazione) o del reincrocio (ibridi di 2° generazione) hanno generato effetti positivi, in altri casi invece hanno determinato risultati inferiori rispetto alle razze di origine. Nei vegetali ciò non accade perché l’ibrido si risemina ogni anno, mentre per le api questo non è possibile e quindi il rischio di inquinare il patrimonio genetico delle razze autoctone, o comunque con buone caratteristiche, è alto.

Ape Ape - Apis mellifera (foto John Severns)

Generalità
Apicoltura
Operazioni apistiche
I prodotti delle api
Versione italiana English version Versión española
Allevare in fattoria naturalmente Allevamento della capra Dalla ghianda al cotechino

Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy