Tuber mesentericum Vittadini
Atlante dei funghi - Funghi commestibili e velenosi

Classe: Ascomiceti
Nome scientifico: Tuber mesentericum Vittadini
Nome volgare: Tartufo nero ordinario o Tartufo di Bagnoli; in Abruzzo è chiamato "tartufo all'acido fenico" per lo spiccato odore di fenolo che prevale su quello sulfureo.

Caratteristiche morfologiche

Carpoforo: il colore del peridio è nero con verruche piccole, poligonali e depresse; forma globosa o poco lobata, con una più o meno ampia incavatura basale che in sezione lo rende di aspetto reniforme.
Gleba: di colore giallastro o grigio-bruno, è solcata da venature bianche e ondulate. Emana un debole profumo.
Spore: bruno-giallastre ellittiche, grosse, imperfettamente alveolate riunite in 1-3 per asco.

Commestibilità, habitat e osservazioni

Relazione con l'ambiente vegetale circostante: fungo simbionte.
Matura da settembre ai primi di maggio. In alcuni casi i carpofori hanno un profumo intenso e sgradevole che ricorda quello dello iodoformio; tale profumo è però molto volatile e si dissolve facilmente durante l’utilizzo in cucina.
Vedere Normativa Raccolta Tartufi >>>

La coltivazione dei Tartufi a cura della Dott.ssa Gabriella di Massimo >>>

Tuber mesentericum Vittad. Tuber mesentericum Vittad. (foto www.cucinareconamore.it)

Versione italiana English version Versión española
Guida pratica alla Permacultura Manuale di Lombricoltura Le Insalate

Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy