Tricholoma sulphureum (Bull.: Fr.) Kummer
Atlante dei funghi - Funghi commestibili e velenosi

Classe: Basidiomiceti
Nome scientifico: Tricholoma sulphureum (Bull.: Fr.) Kummer
Sinonimi: Agaricus sulphureus
Nome volgare: Agarico zolfino

Caratteristiche morfologiche

Cappello: 3-9 cm, giallo-zolfo, spesso brunastro al centro, prima convesso poi piano, a volte con leggero umbone, serico, asciutto, a margine involuto.
Lamelle:  rade, giallo-zolfo, alte, grosse, erose verso il gambo.
Gambo: 2-8 x 1-2 cm, giallo-zolfo, rigonfiato verso il basso, pieno poi cavo, fibroso, striato longitudinalmente.
Carne: color zolfo, a volte più chiara, fibrosa, odore di acetilene o gas illuminante.
Spore: bianche.

Tricholoma sulphureum Tricholoma sulphureum

Commestibilità, habitat e osservazioni

Relazione con l'ambiente vegetale circostante: fungo simbionte.
Cresce nei boschi di latifoglie e aghifoglie, dalla fine dell'estate all'autunno.
Commestibilità sospetta: alcuni ritengono che abbia provocato lievi intossicazioni.

Versione italiana English version Versión española
La coltivazione della vite Guida al biologico Coltivare ed allevare per l'autosufficienza della famiglia

Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy