Tricholoma equestre (L.: Fr.) Kummer
Atlante dei funghi - Funghi commestibili e velenosi

Classe: Basidiomiceti
Nome scientifico: Tricholoma equestre (L.: Fr.) Kummer
Sinonimi: Tricholoma flavovirens - Agaricus equestris
Nome volgare: Tricoloma equestre

Caratteristiche morfologiche

Cappello: 6-13 cm, carnoso, prima campanulato poi spianato e ondulato, di colore giallo, rossiccio o verdastro, pellicola separabile con squame rossastre.
Lamelle:  fitte, libere, giallo zolfo.
Gambo: 3-8 x 0,6-1,2 cm, giallo, pieno, cilindrico.
Carne: bianca, giallognola sotto la pellicola, priva di odore e sapore particolari.
Spore: ialine al microscopio.

Tricholoma equestre Tricholoma equestre (foto www.nahuby.sk)

Commestibilità, habitat e osservazioni

Relazione con l'ambiente vegetale circostante: fungo saprofita.
Si trova in autunno nei boschi di conifere e latifoglie.
ATTENZIONE Sospetto mortale: in molte guide sui funghi viene tuttora indicato come ottimo commestibile. Studi molto recenti hanno dimostrato invece una sua forte tossicità per accumulo, con addirittura alcuni casi di avvelenamento mortali. La sua ingestione provocherebbe la distruzione progressiva delle cellule muscolari.
Può essere confuso con il Tricholoma rutilans (commestibile) e il Tricholoma sulphureum (non commestibile), entrambi a lamelle gialle.

Versione italiana English version Versión española
La coltivazione della vite Guida al biologico Coltivare ed allevare per l'autosufficienza della famiglia

Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy