Phallus impudicus L. ex Pers.
Atlante dei funghi - Funghi commestibili e velenosi

Classe: Basidiomiceti
Nome scientifico: Phallus impudicus L. ex Pers.
Sinonimo: Ithyphallus impudicus (L. ex Pers.) E. Fischer
Nomi volgari: Satirione, Uovo del diavolo

Caratteristiche morfologiche

Cappello: (ricettacolo fertile), 4-6 cm, sfinato verso l'alto, appoggiato alla sommità del gambo, coperto dalla gleba olivastra, mucillagginosa, deliquescente, con odore cadaverico. Con il tempo (e portata via dalle mosche) tende a dilavarsi e a presentarsi quasi bianco, aureolato e con costolature. Sulla punta ha un orifizio.
Gambo: fino a 20 x 3 cm, vuoto, lacunoso, bianco, con al piede una volva spessa (peridio) che prima dello sviluppo è chiusa ad uovo.
Carne: bianca e fragile.
Spore: colore verdognolo.

Phallus impudicus Phallus impudicus (foto www.biolib.cz)

Commestibilità, habitat e osservazioni

Relazione con l'ambiente vegetale circostante: fungo saprofita.
Si trova soprattutto sotto latifoglie, qualche volta sotto conifere o nei giardini, dalla primavera alla fine dell'autunno.
Può essere consumato allo stadio di ovulo, privato del peridio. Da adulto si fa respingere per l'odore.
Sui terreni sabbiosi, con ovulo normalmente ipogeo, cresce la specie simile Phallus hadriani, più piccolo e con il peridio bianco sottoterra e rosso ciclamino al contatto con l'aria. Quest'ultimo, più raro, si trova nelle selve costiere in estate.

Versione italiana English version Versión española
I funghi dal vero La fattoria biologica Come fare del buon vino

Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy