Panaeolus campanulatus (Bull.: Fr) Quél.
Atlante dei funghi - Funghi commestibili e velenosi

Classe: Basidiomiceti
Nome scientifico: Panaeolus campanulatus (Bull.: Fr) Quél.
Sinonimo: Panaeolus sphinctrinus

Caratteristiche morfologiche

Cappello: 2-4 cm, a forma parabolica o conico-campanulato, poco carnoso, nocciola o bruno-cenere o leggermente verdastro, liscio, margine con resti di velo.
Lamelle: fitte e annesse al gambo, da grigio a nerastre, con filo bianco.
Gambo: 4-8 x 1,5-2,5 cm, sottile, cavo, cilindrico, finemente striato, concolore al cappello.
Carne: poco consistente, grigiastra, priva di odore e sapore particolari.
Spore: nerastre.

Panaeolus campanulatus Panaeolus campanulatus (foto Georg Müller www.pilzepilze.de)

Commestibilità, habitat e osservazioni

Relazione con l'ambiente vegetale circostante: fungo saprofita.
Su escrementi di erbivori o prati concimati, dalla primavera all'autunno.
Tossico: sembra contenga sostanze allucinogene come molte Psilocybe messicane, usate nelle cerimonie religiose delle popolazioni indigene.

Versione italiana English version Versión española
Guida pratica alla Permacultura Manuale di Lombricoltura Le Insalate

Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy