Lepista inversa (Scop. ex Fr.) Pat.
Atlante dei funghi - Funghi commestibili e velenosi

Classe: Basidiomiceti
Nome scientifico: Lepista inversa (Scop. ex Fr.) Pat.
Sinonimo: Clitocybe inversa (Scop. ex Fr.) Quélet

Caratteristiche morfologiche

Cappello: .fino a 10 cm, convesso e molto depresso, poi imbutiforme, piuttosto tenace, non igrofano; colore variante dal giallo-rossastro al rosso macchiato; di consistenza elastica.
Lamelle: sono decorrenti, fitte, prima biancastre, poi crema-rossastre.
Gambo: 3-6 x 0,8-1 cm, pieno poi cavo, fibroso, tenace, un po' igrossato alla base; di colore variabile dal biancastro al rossastro più o meno vivo; radiato-fibrilloso con alla base un micelio arruffato e pallido..
Carne: biancastra o rassastra, molto tenace; odore appena percettibile, sapore dolce.
Spore: arrotondate o appena ellittiche, bianche in massa.

Lepista inversa (Scop. ex Fr.) Pat. Lepista inversa (Scop. ex Fr.) Pat. (foto www.errotari.com)

Commestibilità, habitat e osservazioni

Relazione con l'ambiente vegetale circostante: cresce nei boschi di aghifoglie e latifoglie, in gruppi in autunno; molto comune.
Commestibile, migliore quello delle latifoglie.

Versione italiana English version Versión española
Il mio frutteto biologico Orto e giardino biologico Coltivare l'olivo

Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy