Lepiota cristata (Bolton) P. Kumm.
Atlante dei funghi - Funghi commestibili e velenosi

Classe: Basidiomiceti
Nome scientifico: Lepiota cristata (Bolton) P. Kumm.
Sinonimo: Agaricus cristatus
Nome comune: Lepiota crestata

Caratteristiche morfologiche

Cappello: 3-5 cm, prima campanulato poi espanso, spesso con umbone ottuso bruno rossastro, il resto del cappello è rotto in scaglie irregolari a sfondo bianco.
Lamelle: fitte, libere e bianche.
Gambo: 4-6 x 0,3-0,6 cm, fragile, cilindrico, cavo, fibrilloso, bianco con tendenza a ingiallire o divenire bruno-rossastro; anello fragile e fugace.
Carne: bianca o rossastra, odore forte tra il fruttato e l'acido, sgradevole come il sapore.
Spore: bianche.

Lepiota cristata Lepiota cristata (foto Arturo Baglivo www.actafungorum.org)

Commestibilità, habitat e osservazioni

Relazione con l'ambiente vegetale circostante: fungo saprofita.
Cresce nei boschi e nei luoghi erbosi, in estate-autunno.
Tossica. Da evitare come le altre Lepiota di piccola taglia.

Versione italiana English version Versión española
I funghi dal vero La fattoria biologica Come fare del buon vino

Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy