Langermannia gigantea (Batsch. Fr.) Rostck.
Atlante dei funghi - Funghi commestibili e velenosi

Classe: Basidiomiceti
Nome scientifico: Langermannia gigantea (Batsch. Fr.) Rostck.
Sinonimi: Lycoperdon giganteum - Calvatia gigantea.

Caratteristiche morfologiche

Carpoforo: composto da una formazione rotondeggiante, a forma quasi sferica di molti centimetri di diametro, da 10 a oltre 50, con una circonferenza che può arrivare anche a 2 metri. Bianca o biancastra, liscia, lucida, a maturità ocraceo-brunastra.
Gleba: bianca all'inizio, poi via via sempre piu' brunastro-ocracea. Sapore ed odore fungino, gradevole, molto profumato.
Spore: brune.

Langermannia gigantea Langermannia gigantea (foto Andres Alandi www.tba.ee)

Langermannia gigantea
Langermannia gigantea (foto www.menteantica.it)

Commestibilità, habitat e osservazioni

Relazione con l'ambiente vegetale circostante: fungo saprofita.
Si trova in estate ed autunno, in prati, pascoli, orti, giardini, sia in pianura che in montagna.
Buon commestibile purché consumato giovane e a guisa di cotoletta impanata. E' il fungo pi¨ grande: pu˛ raggiungere taglie fino a 50 cm e il peso di 20-25 kg.

Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy