Hygrophorus marzuolus (Fr.) Bres
Atlante dei funghi - Funghi commestibili e velenosi

Classe: Basidiomiceti
Nome scientifico: Hygrophorus marzuolus (Fr.) Bres.
Nomi comuni: Dormiente, Igroforo marzuolo

Caratteristiche morfologiche

Cappello: diametro da 4 a 10 cm, prima convesso poi aperto; con margine ondulato; carnoso sodo e liscio, non igrofano e non viscoso, ha un colore dal bianco al grigio.
Lamelle: di colore prima bianco poi grigiastro, fitte e ventricose, poi molto spaziate, con qualche lamellula, decorrenti e attenuate sul gambo.
Gambo: 5-8 x 1-3 cm, pieno e carnoso, diritto o curvato, bianco o grigio satinato, pruinoso verso l'alto.
Carne: bianca, spessa ma tenera, grigiastra sotto la cuticola del cappello; priva di odore e sapore particolare.
Spore: ellittiche e bianche in massa.

Hygrophorus marzuolus Hygrophorus marzuolus (Fr.) Bres. - Igroforo marzuolo (foto Simonetta Peruzzi)

Commestibilità, habitat e osservazioni

Relazione con l'ambiente vegetale circostante: fungo simbionte.
Fungo tipico della primavera. Non molto diffuso, ma abbondante nei luoghi dove cresce.
Molto apprezzato come primizia, si trova sotto i boschi di conifere e latifoglie (querce e castagni), spesso nascosto sotto il muschio e le foglie morte.
Commestibile: è considerato tra i migliori funghi commestibili.

Versione italiana English version Versión española
La coltivazione della vite Guida al biologico Coltivare ed allevare per l'autosufficienza della famiglia

Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy