Gomphidius maculatus (Scop.) Fr.
Atlante dei funghi - Funghi commestibili e velenosi

Classe: Basidiomiceti
Nome scientifico: Gomphidius maculatus (Scop.) Fr.

Caratteristiche morfologiche

Cappello: prima convesso poi aperto e più o meno depresso, viscoso, grigiastro o brunastro, a volte con sfumature rosa carnacino o giallastre, spesso macchiato di nero, margine prima involuto.
Lamelle: spaziate, forcate, decorrenti, ventricose, prima biancastre poi grigie e infine nerastre.
Gambo: 6-7 x 0,8-1 cm, alla fine cavo, non viscoso e privo di cortina viscosa, bianco con macchioline nerastre o porporine, giallastro alla base.
Carne: virante al rosso vinato, giallo limone alla base, soda, di sapore dolce e priva di odore.
Spore: nero-olivacee.

Gomphidius maculatus Gomphidius maculatus (foto Piotr Chachuła www.bio-forum.pl)

Commestibilità, habitat e osservazioni

Relazione con l'ambiente vegetale circostante: fungo simbionte.
Cresce in gruppi in montagna sotto i larici, in estate-autunno.
Buon commestibile (si deve togliere la cuticola viscosa).

Versione italiana English version Versión española
Guida pratica alla Permacultura Manuale di Lombricoltura Le Insalate

Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy