Entoloma hirtipes (Schum. Fr.) M.M. Moser.
Atlante dei funghi - Funghi commestibili e velenosi

Classe: Basidiomiceti
Nome scientifico: Entoloma hirtipes (Schum. Fr.) M.M. Moser.
Sinonimi: Agaricus hirtipes Schumach., Nolanea hirtipes (Schumach.) P. Kumm., Rhodophyllus hirtipes (Schumach.) J. E. Lange.

Caratteristiche morfologiche

Cappello: 3-8 cm, poco carnoso, quasi membranoso, prima conico-campanulato, poi conico-convesso, con piccolo umbone, igrofano; bruno-seppia tendente al nerastro, glabro.
Lamelle: prima annesse, sinuose, poi libere, molto larghe, ventricose, con lamellule; prima grigiastre, poi rosa-grigiastro sporco.
Gambo: 8-10 x 0,4-0,6 cm, slanciato, esile, cavo, allargato verso la base, grigio-bruno, pruinoso, con striature argentate.
Carne: grigio-brunastra, sottile, fibrosa nel gambo, presenta un caratteristico odore forte subfarinaceo.
Spore: rosate.

Entoloma hirtipes Entoloma hirtipes (Schum. Fr.) M.M. Moser. (foto Simonetta Peruzzi)

Commestibilità, habitat e osservazioni

Relazione con l'ambiente vegetale circostante: fungo simbionte.
Specie diffusa nelle zone montane (brughiere e boschi) dove cresce in abbondanza soprattutto sotto gli abeti. Cresce in primavera.
Commestibilità: VELENOSO.

Versione italiana English version Versión española
Guida pratica alla Permacultura Manuale di Lombricoltura Le Insalate

Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy