Cortinarius venetus (Fr.: Fr.) Fr.
Atlante dei funghi - Funghi commestibili e velenosi

Classe: Basidiomiomiceti
Nome scientifico: Cortinarius orellanus Fr.
I Cortinari non presentano né volva né anello, ma una cortina che avvolge il giovane individuo, che poi sparisce, lasciando lievi tracce sul gambo.

Caratteristiche morfologiche

Cappello: fino a 6 cm di diametro, dapprima emisferico, quindi convesso, infine appianato con umbone ottuso, con superficie finemente tomentosa, squamulosa a maturità, dapprima bruno-oliva, in seguito bruno-rossastra (con toni più giallastri nella varietà montanus), generalmente più pallida al margine.
Lamelle: poco fitte, annesso-smarginate, uncinate, larghe, finemente merlettate sul taglio; giallo-olivastre poi oliva-bruno-cannella.
Gambo: 0,8-1,5 cm, pieno, poi cavo, fibroso-carnoso, sodo, uguale o leggermente ingrossato alla base, fibrilloso, giallo-olivastro; cortina gialla fugace.
Carne: dal citrino al giallo-olivastro pallido, minuta, molle. Leggero odore di ravanello. Sapore sgradevole.
Spore: globose-ovoidali, finemente verrucoo-rugose.

Cortinarius venetus Cortinarius venetus (foto mushroomhobby.com)

Commestibilità, habitat e osservazioni

Relazione con l'ambiente vegetale circostante: fungo simbionte.
Si trova nei boschi di latifoglia e aghifoglia. Estate-autunno.
Commestibilità: NON COMMESTIBILE.

Versione italiana English version Versión española
Il mio frutteto biologico Orto e giardino biologico Coltivare l'olivo

Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy