Clitocybe olearia (DC.: Fr.) Sing.
Atlante dei funghi - Funghi commestibili e velenosi

Classe: Basidiomiomiceti
Nome scientifico: Clitocybe olearia (DC.: Fr.) Sing.
Sinonimi: Pleurotus olearius - Omphalotus olearius
Nome comune: Fungo dell'olivo

Caratteristiche morfologiche

Cappello: 6-14 cm, convesso, poi espanso e depresso, con cuticola separabile, lucente, colore arancio, rosso scuro o bruno, margine sottile, spesso lobato.
Lamelle: fitte con lamellule, lungamente decorrenti, gialle aranciate.
Gambo: 8-15 x 1-2 cm, centrale o eccentrico, attenuato alla base, striato-fibrilloso, tenace, color arancio o bruno.
Carne: giallo arancio che stinge, tenace, odore gradevole, sapore dolce.
Spore: bianche gialline.

Clitocybe olearia Clitocybe olearia (foto JMM www.pharmanatur.com)

Commestibilità, habitat e osservazioni

Relazione con l'ambiente vegetale circostante: fungo parassita.
La forma tipica dell'olivo è rosso-arancio; si può trovare di colore giallo-aranciato su latifoglie (querce), in estate autunno.
TOSSICO (provoca disturbi gastrici).

Versione italiana English version Versión española
Guida pratica alla Permacultura Manuale di Lombricoltura Le Insalate

Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy