Clavariadelphus truncatus (Quél.) Donk
Atlante dei funghi - Funghi commestibili e velenosi

Classe: Basidiomiomiceti
Nome scientifico: Clavariadelphus truncatus (Quél.) Donk
Sinonimo: Clavaria truncata

Caratteristiche morfologiche

Carpoforo: largo 3-8 cm, alto 5-15 cm, conico, turbinato, con la parte superiore convessa poi spianata, un po' depressa alla fine, irregolare, rugosa, giallo chiara all'inizio poi giallo-viva o aranciata, con il margine solcato-lobato, debordante, sterile come tutta la superficie superiore. Parte inferiore simile a un gambo che sfina verso il basso, in gran parte fertile, dapprima liscia poi solcata longitudinalmente o con basse venature ramificate in alto, lilacino sporco, che tende a ingiallire per le spore, con il piede feltrato di bianco.
Carne: bianca, rossastra allo sfregamento, spessa e cotonosa, con odore leggero e sapore dolce.
Spore: gialline.

Clavariadelphus truncatus Clavariadelphus truncatus (foto www.actafungorum.org)

Commestibilità, habitat e osservazioni

Relazione con l'ambiente vegetale circostante: fungo simbionte.
Gregario, nei boschi di conifere in montagna, in estate-autunno.
Commestibile, ma leggermente lassativo (contiene mannite).

Versione italiana English version Versión española
Guida pratica alla Permacultura Manuale di Lombricoltura Le Insalate

Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy