Cantharellus cinereus (Pers.: Fr.) Fr.
Atlante dei funghi - Funghi commestibili e velenosi

Classe: Basidiomiomiceti
Nome scientifico: Cantharellus cinereus (Pers.: Fr.) Fr.
Sinonimi: Merulius cinereus
Il nome ("cinereus") deriva dal suo colore.

Caratteristiche morfologiche

Cappello: 1-5 cm di diametro, imbutiforme, un po’ squamoso, grigiastro, margine ondulato.
Pseudolamelle: decorrenti, ramificate; color cenere.
Gambo: 3-6 x 0, 4-0,8 cm di diametro, vuoto, fibroso, grigiastro.
Carne: bianco-grigiastra, con odore di prugna.
Spore: ialine al microscopio.

Cantharellus cinereus Cantharellus cinereus (foto Paul Bolt http://www.pilzepilze.de)

Commestibilità, habitat e osservazioni

Relazione con l'ambiente vegetale circostante: fungo simbionte.
Si trova nei boschi di latifoglie; non molto diffuso. Estate-autunno.
Buon commestibile.
Si può confondere con il Cantharellus cornucopioides, che però ha il cappello che presenta una cavità che si prolunga fin quasi alla base del gambo ed ha l'imenio liscio.

Versione italiana English version Versión española
La coltivazione della vite Guida al biologico Coltivare ed allevare per l'autosufficienza della famiglia

Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy