Calvatia utriformis (Bull. ex Pers.) Jaap
Atlante dei funghi - Funghi commestibili e velenosi

Classe: Basidiomiomiceti
Nome scientifico: Calvatia utriformis (Bull. ex Pers.) Jaap.
Sinonimo: Lycoperdon caelatum.
Nome comune: Vescia areolata.

Caratteristiche morfologiche

Carpoforo: da 7 a 15 cm circa; quasi sferico o piriforme; prima bianco poi brunastro scuro; superficie ricoperta formazioni piramidali che poi scompaiono lasciando la superficie areolata. Dopo la maturazione lascia un residuo a coppa formato dalla parete papiracea. In questi resti, che rimangono da un anno all'altro, si riconosce molto bene la parte che conteneva la gleba ormai scomparsa, e la subgleba spugnosa sotto una superficie liscia (diaframma) che la separava dalla gleba. Gleba: prima bianca poi giallo verdognola e infine bruno-olivastra. Odora leggermente di acido fenico.
Spore: sferiche e lisce, bruno olivastre quando mature.

Calvatiautriformis
Calvatia utriformis(www.dipbot.unict.it)

Commestibilità, habitat e osservazioni

Relazione con l'ambiente vegetale circostante: fungo saprofita.
Fungo molto comune e diffuso, si trova prevalentemente nei prati e nei pascoli da giugno a ottobre.
Commestibile quando le gleba è bianca. Si consiglia di consumarlo a fette e impanato come una cotoletta.

Versione italiana English version Versión española
Il mio frutteto biologico Orto e giardino biologico Coltivare l'olivo

Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy