Xerocomus parasiticus (Bull.: Fr.) Quélet
Atlante dei funghi - Funghi commestibili e velenosi

Classe: Basidiomiceti
Nome scientifico: Xerocomus parasiticus (Bull.: Fr.) Quélet
Sinonimo: Boletus parasiticus
Nomi comuni: Boleto parassita

Caratteristiche morfologiche

Cappello: 3-8 cm, emisferico poi quasi spianato, cuticola tomentosa che si screpola con il tempo secco, non separabile, giallo brunastro.
Tubuli: corti, decorrenti e giallognoli.
Pori: grandi, giallo-olivastri.
Gambo: 3-7 x 0,6-1,5 cm, pieno, incurvato e sottile alla base, giallognolo.
Carne: soda, piuttosto coriacea, giallastra, senza odore e sapore particolari.
Spore: giallo-olivastre.

Xerocomus parasiticus Xerocomus parasiticus (foto www.schwammerlkoenig.de)

Commestibilità, habitat e osservazioni

Relazione con l'ambiente vegetale circostante: fungo parassita.
Si sviluppa specialmente su Scleroderma aurantium (sinonimo S. vulgare), in estate-autunno.
Buon commestibile anche se molto raro.

Versione italiana English version Versión española
La coltivazione della vite Guida al biologico Coltivare ed allevare per l'autosufficienza della famiglia

Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy