Amanita umbrinolutea (Secr. ex Gillet) Bertill
Atlante dei funghi - Funghi commestibili e velenosi

Classe: Basidiomiceti
Nome scientifico: Amanita umbrinolutea (Secr. ex Gillet) Bertill
Sinonimo: Amanita battarrae (Boud.) Bon
Nome comune: Bubbola minore

Caratteristiche morfologiche

Cappello: 4-10 cm, prima conico poi espanso con umbone centrale, colore variabile dal bruno al grigio ocra, più scuro al centro, con orlo molto striato.
Lamelle: fitte, alte, libere e bianche.
Gambo: 8-17 x 0,5-2 cm, attenuato verso l'alto, slanciato, cavo da adulto, con zebratura bruno-aranciata, privo di anello, con volva alta, membranosa, biancastra.
Carne: fragile, sottile, bianca, senza odore particolare.
Spore: bianche.

Amanita umbrinolutea Amanita umbrinolutea (foto www.gobe.si)

Commestibilità, habitat e osservazioni

Relazione con l'ambiente vegetale circostante: fungo simbionte. Si trova preferibilmente nei boschi di faggi e abeti, spesso nei luoghi aperti, in estate-autunno.
Buon commestibile: tra le specie simili all'Amanita vaginata, prive di anello e con orlo striato, è riconoscibile per la zona centrale pi¨ scura del cappello.

Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy