Amanita submembranacea (Bon) Gröger
Atlante dei funghi - Funghi commestibili e velenosi

Classe: Basidiomiceti
Nome scientifico: Amanita submembranacea (Bon) Gröger
Sinonimi: Amanita excelsa var. spissa - Amanita cinerea - Amanita ampia - Agaricus spissus.

Caratteristiche morfologiche

Cappello: 5-11 cm, da conico a campanulato espanso, umbone centrale, fortemente striato al margine, superficie umida, ocra o ocra-olivastro o bruno chiaro, più carico al centro, più chiaro al margine, presenza di residui bianchi del velo generale.
Lamelle: bianche, fitte, larghe, attenuato-libere al gambo.
Gambo: 10-16 x 1-1,5 cm, bianco sopra, screziato grigio sotto, privo di anello, volva sottile, lacerata, inguainante a lembi spesso sovrapposti, bianco-grigiasta esternamente.
Carne: biancastra, priva di odore e sapore particolari.
Spore: ialine.

Amanita submembranacea Amanita submembranacea (foto H. Noguère http://mycologie.catalogne.free.fr)

Commestibilità, habitat e osservazioni

Relazione con l'ambiente vegetale circostante: fungo simbionte. Cresce nei boschi di conifere, in estate-autunno.
Commestibile (come l'Amanita vaginata): la presenza di striature al margine del cappello e l'assenza dell'anello la distinguono facilmente dalle Amanite mortali.

Versione italiana English version Versión española
La coltivazione della vite Guida al biologico Coltivare ed allevare per l'autosufficienza della famiglia

Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy