Amanita proxima Dumee
Atlante dei funghi - Funghi commestibili e velenosi

Classe: Basidiomiceti
Nome scientifico: Amanita proxima Dumee
Sinonimo: Amanita ovoidea var. proxima (Dumee) Bon & Courtec.

Caratteristiche morfologiche

Cappello: da 5 a 10 cm, emisferico poi appianato, margine liscio appendicolato, cuticola bianca asportabile raramente cosparsa da ampi residui volvari ocracei.
Lamelle: numerose, libere colore bianco crema con riflessi rosati.
Gambo: 6-10 x 1-2 cm, cilindrico, sottile, slanciato con bulbo radicante accennato, bianco talvolta con squamosità bianco cremose, pieno poi bambagioso. Presenta anello ampio semimembranoso con la faccia superiore striata.
Volva: ocra aranciata, membranosa e con i lembi liberi.
Carne: bianca e immutabile.
Spore: bianche, ellittiche.

Amanita proxima Amanita proxima Dumee (foto Arturo Baglivo www.actafungorum.org)

Commestibilità, habitat e osservazioni

Relazione con l'ambiente vegetale circostante: fungo simbionte. Cresce nella macchia mediterranea con latifoglie e conifere, su terreno sabbioso e calcareo
Velenosa. La presenza di concentrazioni elevate di norleucina in proxima comporta una grave sindrome a latenza ritardata (sindrome proximien o norleucinica), con danno renale generalmente reversibile. Si distingue da A. ovoidea per la volva ocracea anche in esemplari giovani, per la taglia più ridotta, per il gambo bambagioso, per l'anello semimembranoso più persistente.

Versione italiana English version Versión española
La coltivazione della vite Guida al biologico Coltivare ed allevare per l'autosufficienza della famiglia

Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy