Costo delle macchine agricole
Appunti di Estimo - Estimo agrario

COSTI FISSI (annui)

1) AMMORTAMENTO
Esso è rappresentato da una quota fissa, dilazionata per tutti gli anni della durata di una macchina affinché alla fine si possa riacquistare una macchina nuova con le quote accantonate. Oggigiorno sono i costi che incidono maggiormente.
La quota d'ammortamento è in funzione della durata della macchina e la durata, a sua volta, è limitata da due fattori:

a) dallo sfruttamento;
b) dall'invecchiamento tecnico.

Valore dell'usato: aumentando il valore a nuovo delle macchine aumenta anche il valore dell'usato.

Per questo motivo oggi noi calcoliamo i valori dell’usato dei singoli tipi di macchina con delle percentuali sul valore a nuovo ( in % sul valore a nuovo ):
Trattore 30% Atomizzatore 30% Falciatrice 20% Motofresa 20%, Caricatore 20% Spandiconcime 0% Rimorchio 20% Forbice pneumatica 0%.
Per i calcoli dell'ammortamento si sottraggono le suindicate percentuali dal valore a nuovo.

AMMORTAMENTO = (VALORE A NUOVO -VALORE DI RECUPERO) : DURATA MACCHINA

2) INTERESSI
Gli interessi sono il rendimento del capitale. Investendo, infatti, un capitale si perdono gli interessi che si sarebbero ottenuti da una banca o da un altro investimento. Quindi gli interessi rappresentano un mancato guadagno.
Consideriamo un tasso d'interesse pari al 6%, ma dato che alle macchine si deve annualmente detrarre dal valore a nuovo la quota d'ammortamento, i calcoli si eseguiranno solo sul 60% circa del valore a nuovo.

3) RIMESSA E ASSICURAZIONE
I costi di rimessa dipendono soprattutto dal tipo di costruzione del fabbricato; è una quota, anche se minima, non tralasciabile. Non tutte le macchine sono assicurate contro i sinistri e l'incendio, ma nel calcolo si deve tener conto anche di questi rischi. Per la rimessa e l'assicurazione si prevede l' 1,5% del valore a nuovo.

COSTI VARIABILI ( per ora d'esercizio )

1) CARBURANTE
Esso si determina secondo una regola prestabilita: che un motore diesel abbia un consumo specifico di carburante pari a circa g. 250 per CV e ora.
Considerando che un motore è, annualmente sfruttato per il 40% della sua capacità massima, il consumo medio si aggira sui 100 g. per CV e ora. Per i motori a benzina lo sfruttamento medio è superiore (70-80%) ed il consumo di benzina si aggira sui 280 g. per CV ed ora.

2) LUBRIFICANTI
Il loro consumo (olio, filtri, ecc.) è fissato in una quota pari al 4% del carburante impiegato.

3) RIPARAZIONI
Questi costi li calcoliamo linearmente cioè, rimangono invariati per ora d'impiego. Infatti si calcola una quota percentuale del valore a nuovo su 100 ore.
Trattore 0,6 % Atomizzatore 0,6 % Falciatrice 3,0 % Motofresa 3,0 %, Caricatore 2,8 % Spandiconcime 6 % Rimorchio 2,0 % Forbice pneum. 5,0 % .

4) MANUTENZIONE
La durata della macchina è in funzione della manutenzione poiché se desideriamo contenere entro un certo limite le riparazioni , è necessario curare periodicamente l'efficienza. Quindi noi calcoliamo un'ora di manutenzione ogni 10 ore di esercizio.

Fonti bibliografiche >>>

Macchine agricole

Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - [email protected]