Podere la Querciola - Toscana
Atlante dei Parchi e delle aree protette in Italia

Tipologia di area protetta - Dove si trova

Tipologia: A.N.P.I.L.; istituita con Delibera di Giunta Comunale n. 72 del 26 febbraio 1998.
Regione: Toscana
Provincia: Firenze

L'A.N.P.I.L. "Podere la Querciola" occupa una superficie di circa 50 ettari nel Comune di Sesto Fiorentino. E' situata all'interno della piana metropolitana fiorentina, in posizione orientale nella più vasta pianura fra Firenze e Pistoia; è vicina all'A.N.P.I.L. "Stagni di Focognano", dalla quale è separata dal tracciato autostradale dell'A 11. L'area è stata istituita per tutelare un'area seminaturale di notevole importanza per lo svernamento, il passo e la riproduzione di numerose specie di uccelli selvatici, inserita in un contesto ad alto grado di antropizzazione.

Podere la Querciola A.N.P.I.L. Podere la Querciola (foto www.zoneumidetoscana.it)

Descrizione

L'area è costituita prevalentemente da campi coltivati a seminativo, interessati da una rete di fossi e scoline per lo sgrondo delle acque superficiali. Nell'area è presente uno stagno artificiale di circa 7 ettari, gestito prevalentemente a scopo venatorio. L'area, nella parte di proprietà pubblica (5 ettari circa), è stata sottoposta ad interventi di recupero ambientale a fini naturalistici, mediante la realizzazione di uno stagno didattico e di un bosco idrofilo, con prevalenza di ontano nero, farnia, frassino ossifilo e pioppo bianco.

Flora e fauna

Sugli argini dello stagno si trova una fascia di canneto a cannuccia di palude e lisca maggiore. Interessante dal punto di vista botanico è la vegetazione riparia di specie elofitiche ed idrofite nei fossi lungo via del Pantano ed in vicinanza del chiaro di caccia. La vegetazione arborea è composta in prevalenza da pioppo bianco, oltre a biancospino, rosa canina, olmo campestre e acero compestre. Nelle scoline dei campi si trovano il crescione d'acqua, la salcerella comune, il garofanino d'acqua, la veronica acquatica e il giaggiolo acquatico.
Tra le specie di uccelli selvatici presenti nell'area, ricordiamo l'airone cenerino, la garzetta, l'airone bianco maggiore, varie specie di Anatidi e di limicoli. Fra le specie nidificanti il cavaliere d'Italia, la marzaiola e il tuffetto. Nello stagno didattico è segnalata la nidificazione del corriere piccolo, del gheppio e dell'averla capirossa. Durante il passo e nel periodo estivo si possono osservare il falco di palude e il biancone. Numerosi gli anfibi presenti nell'area (rospo smeraldino, rana verde, raganella, tritone crestato e tritone punteggiato).

Informazioni per la visita

La gestione dello stagno didattico è affidata alla LIPU (www.lipu-toscana.it)
L'accesso all'area è da via del Pantano (Sesto Fiorentino).

Gestione:

Comune di Sesto Fiorentino
Piazza Vittorio Veneto, 1
50019 Sesto Fiorentino (FI)
Info: www.comune.sesto-fiorentino.fi.it

Parchi Nazionali
Altri Parchi
Riserve Naturali
Oasi
A.N.P.I.L.
Versione italiana English version Versión española
Guida pratica alla Permacultura Manuale di Lombricoltura Le Insalate

Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy