Area Marina Protetta Penisola del Sinis-Isola Mal di Ventre - Sardegna
Atlante dei Parchi e delle aree protette in Italia

Tipologia di area protetta - Dove si trova

Tipologia: Area Marina Protetta; istituita secondo la Legge 979/82, integrata dalla Legge 394 del 1991, con Decreto del Ministero dell'Ambiente, il 12 dicembre 1997.
Regione: Sardegna
Provincia: Oristano

L'Area Marina Protetta Penisola del Sinis - Isola di Mal di Ventre occupa un’area di mare di 24.800 ettari circa, suddivisa in zone a diverso grado di tutela, nel Comune di Cabras.

Veduta area di Capo San Marco Veduta area di Capo San Marco (foto www.areamarinasinis.it)

Veduta aerea di Cabras Veduta aerea di Cabras (foto E. Trainito www.areamarinasinis.it)

Descrizione

Gli ambienti che caratterizzano l'Area Marina Protetta Penisola del Sinis - Isola di Mal di Ventre sono molto vari: da Su Siccu, l'estremità dell'area nel Golfo di Oristano, il paesaggio lagunare presenta una lingua sabbiosa che separa lo stagno di Mistras dal Mare Morto; dal promontorio di Capo San Marco il litorale diviene roccioso per poi degradare nel Mare Vivo, a San Giovanni di Sinis, e risalire con le pareti a falesia di Torr'e Seu. Verso nord la costa si presenta con basse scogliere e lunghi arenili sabbiosi quarziferi, come Is Arutas e Mari Ermi, con cordoni dunali lungo il retroterra, coperto da una tipica vegetazione mediterranea. Passato il Capo Sa Sturaggia, le alte e bianche falesie di Su Tingiosu chiudono il territorio costiero dell'area protetta. Nel limpido mare due isole incontaminate: la granitica Isola Mal di Ventre e il basaltico scoglio del Catalano. L'origine degli stagni del Sinis è legata all'isolamento di tratti di mare determinato dalla "costruzione" di cordoni sabbiosi paralleli alla costa, esempio evidente è la laguna di Mistras. Alle spalle dell'area protetta, l'entroterra con le grandi distese palustri e la piana della penisola del Sinis, parte del vasto tavolato del Campidano.
Le prime tracce della presenza umana nel Sinis risalgono al Neolotico (circa 400 a.C.): nell'isolotto di Cuccuru Is Arrius (Stagno di Cabras) sono state trovate alcune tombe con piccole statue votive del dio Toro e dalla dea Madre. Nella zona si trovano molte torri nuragiche oltre al complesso nuragico di S'Uraki e dalla scoperta di numerose statue in arenaria raffiguranti guerrieri nuragici ritrovate a Monti Prama.
Molto ricca l'avifauna che frequenta l'area: negli stagni e nelle lagune troviamo i cavalieri d'ltalia, le avocette, le pernici di mare, i pivieri dorati, i combattenti, i gabbiani rosei, le rondini di mare, i beccapesci, le sterne comuni, i fraticelli, i mignattini; altri uccelli sono il tarabusino, l'airone, l'airone rosso, la garzetta, l'airone bianco maggiore, il porciglione, la gallinella d'acqua, il pollo sultano.

Tre i diversi regimi di tutela dell'area:
- Zona A (Riserva integrale): superficie di 529 ettari - Linea di costa 1.356 metri;
- Zona B (Riserva generale): superficie di 1.031 ettari - Linea di costa 5.236 metri;
- Zona C (Riserva parziale) superficie di 24.113 ettari - Linea di costa 18.507 metri.

Informazioni per la visita

Il Centro Visite è situato nella borgata marina di San Giovanni di Sinis (Cabras).
Come si arriva:
- Da Alghero: percorrere la SS fino a Sassari e quindi la superstrada n. 131 sino allo svincolo per Oristano Nord; poi fino al Rimedio e quindi seguire le indicazioni per Cabras - Tharros;
oppure: Litoranea panoramica che attraversa Bosa, La Marina di Tresnuraghes e Cuglieri, Santa Caterina, Riola, Nurachi e poi svincolo per Cabras (SS 292).
- Da Cagliari: percorrere la SS 131 per quasi 100 km fino allo svincolo per Oristano; attraversare S. Giusta, Oristano sino al Rimedio e proseguire per Cabras; oppure proseguire fino al Km 100 (Oristano Nord).
- Da Olbia: percorrere la nuova Superstrada 131 Bis Olbia-Siniscola-Nuoro, quindi immettersi nella 131 allo svincolo per Abbasanta sino allo svincolo per Oristano Nord; proseguire sino al Rimedio e seguire la segnatica per Cabras.

Gestione:
La gestione dell'Area è affidata al Comune di Cabras con convenzione del 5 febbraio 1998.
Comune di Cabras
Piazza Eleonora, 1
09072 Cabras (OR)
Sito web: www.areamarinasinis.it

Parchi Nazionali
Parchi Regionali
Parchi Naturali
Aree Marine
Altre Aree Protette
Versione italiana English version Versión española
Guida pratica alla Permacultura Manuale di Lombricoltura Le Insalate

Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy