Riserva Naturale Statale Montedimezzo - Molise
Atlante dei Parchi e delle aree protette in Italia

Tipologia di area protetta - Dove si trova

Tipologia: Riserva Naturale Orientata Statale; istituita con D.D.M.M. 11 settembre 1971, 29 marzo 1972 e 23 dicembre 1977.
Regione: Molise
Provincia: Isernia

La Riserva Naturale Biogenetica Orientata Statale Montedimezzo interessa un'area boschiva di 291 ettari nel Comune di Vastogirardi.

Riserva Naturale Montedimezzo Riserva Naturale Biogenetica Orientata Statale Montedimezzo (foto www.comunevastogirardi.is.it)

Descrizione

Oltre ad essere Riserva Naturale Orientata dello Stato, costituisce, insieme al vicino nucleo di Collemeluccio, una delle Riserve della Biosfera, denominate appunto MaB (Man and Biospher) ed istituita dall'Unesco insieme ad altre quattro in Italia (Parco del Circeo nel Lazio, Area del Somma Vesuvio e del Miglio d'Oro, Parco del Cilento e Vallo di Diano in Campania ed Parco di Miramare nel Friuli-Venezia Giulia, che è una Riserva biogenetica marina).
La sua vegetazione è arborea è costituita prevalentemente da cerro e faggio: il primo predomina alle quote inferiori caratterizzate da periodi siccitosi; il faggio è presente a quote superiori a 1.000 metri. Le specie arboree della cerreta sono il perastro, il melo selvatico, l'acero campestre, l'acero di monte. Alle quote più elevate la faggeta cede il posto alle praterie di vetta.
Il Bosco di Montedimezzo costituiva in passato, con i limitrofi nuclei Feudozzo e Pennataro, un unico complesso forestale; la proprietà di tale feudo, degli Angioini fino 1606, poi dei Monaci Certosini fino al 1799, divenne regio patrimonio dei Borboni e dichiarato Reale Riserva di Caccia nel 1825. Oggi la Riserva viene amministrata dall'Ex Azienda di Stato per le Foreste Demaniali, con sede in Isernia, e gestita in collaborazione con il Comando Stazione Forestale di Montedimezzo.
(www.molisealberi.com >>>)

Informazioni per la visita

Come si arriva:
- In treno: da Isernia che dista 35 km si giunge alla riserva con il treno scendendo alla stazione di S. Pietro Avellana (45 min.);
- In auto: percorrendo la strada a scorrimento veloce "Trignina", poi la SS 86 Istonia bivio Carovilli San Pietro Avellana e 12 km sulla strada Carovillense che collega Carovilli San Pietro Avellana; da Castel di Sangro (AQ), che dista dalla riserva 25 km, per la SS Sangritana fino al bivio di San Pietro Avellana salendo per le "Masserie di Cristo" si arriva al paese di San Pietro Avellana e proseguendo poi per altri 5 km.

Gestione:

Ex Azienda di Stato per le Foreste Demaniali
Via Bellini 8/10
86170 Isernia

Parchi Nazionali
Riserve Naturali
Oasi
Versione italiana English version Versión española
La coltivazione della vite Guida al biologico Coltivare ed allevare per l'autosufficienza della famiglia

Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy