Geotritone Sardo sud-occidentale - Speleomantes genei Temminck & Schlegel, 1838
Atlante della Fauna selvatica italiana - Anfibi

Classificazione sistematica e distribuzione

Classe: Anfibi
Ordine:  Urodeli
Famiglia:  Pletodontidi
Genere: Speleomantes
Specie: S. genei
Sinonimo: Atylodes genei Temminck & Schlegel, 1838

Il Geotritone Sardo sud-occidentale (Geotritone dell'Iglesiente o Geotritone di Genè) è una specie endemica della Sardegna, in particolare della regione del Sulcis-Iglesiente.

Caratteri distintivi

Gli adulti femmine, più grandi, arrivano ad un massimo di 12,4 cm, i maschi fino a 11,5 cm, con zampe corte e coda compressa lateralmente. La testa è ben distinta dal tronco, larga e appiattita, con occhi sporgenti. Il corpo è glabro, di colore nero-bluastro, con zampe più chiare, fulvo-rossicce. Presenta lingua più corta rispetto alle altre specie sarde. Non emette odori in caso di pericolo.

Biologia

Ha abitudini notturne e si nutre predando piccoli invertebrati. Si riproduce due volte l'anno, con accoppiamenti alla fine dell'autunno, novembre-dicembre, e in primavera, marzo-aprile, senza dipendere dalla presenza di acqua. Le uova vengono deposte sul fondo sabbioso delle grotte o delle anfrattuosità più profonde. I giovani nati sono simili agli adulti e si sviluppano lentamente senza metamorfosi.

Geotritone Sardo sud-occidentale Maschio di Geotritone Sardo sud-occidentale (foto www.hylawerkgroep.be)

Geotritone Sardo sud-occidentale Femmina di Geotritone Sardo sud-occidentale (foto www.hylawerkgroep.be)

Anfibi
Versione italiana English version Versión española
Allevare in fattoria naturalmente Allevamento della capra Dalla ghianda al cotechino

Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy