Geotritone Sardo giallo - Speleomantes flavus Stefani, 1969
Atlante della Fauna selvatica italiana - Anfibi

Classificazione sistematica e distribuzione

Classe: Anfibi
Ordine:  Urodeli
Famiglia:  Pletodontidi
Genere: Speleomantes
Specie: S. flavus

Il Geotritone Sardo giallo (o Geotritone del Monte Albo) è una specie endemica della Sardegna, presente solo nella provincia di Nuoro, in particolare nel Monte Albo, nelle colline Nord-Est del Monte Albo fino al fiume Posada. Esemplari sono stati catturati da 40 metri fino a 1.050 metri di quota.. E' una delle quattro specie anfibie endemiche della Sardegna.

Caratteri distintivi

Si differenzia dalle altre specie per alcuni caratteri come ad esempio la lingua più lunga, l’ assenza di emissioni odorose in caso di pericolo, ma soprattutto per via della sua colorazione giallo-verde (da cui il nome flavus), colorazione che a quanto pare è molto più accentuata negli esemplari immaturi. Le parti ventrali sono più chiare, ocra, giallastre o rosate, spesso con maculature scure su gola, ventre e coda. Talvolta la zona ventrale appare translucida e consente di osservare gli organi interni. Le estremità hanno generalmente tinta simile a quella del dorso. La fenmmine sono leggermente più grandi dei maschi, infatti questi raggiungono una lunghezza massima di 127 mm (media 110 mm), mentre le femmine 150 mm (media 115 mm).

Biologia

La maturità sessuale viene raggiunta dal terzo al quarto anno d’età. Si riproducono in genere due volte l’anno, tra marzo – aprile e novembre – dicembre. La biologia riproduttiva avviene con fecondazione interna al seguito di una complessa danza nuziale del maschio Le uova deposte hanno uno sviluppo diretto, senza metamorfosi.
Si rintraccia in aree boscose umide, ricche di affioramenti rocciosi, grotte e crepacci, in prossimità di torrenti. Come le specie congeneri è esclusivamente terrestre e non dipende dall’acqua per la riproduzione. La specie è ovipara. Ricerca il cibo scalando superfici rocciose viscide e ripide, catturando le prede in modo simile ai camaleonti, con un veloce colpo della lingua. Si ciba di ortotteri, coleotteri, aracnidi, gasteropodi, opilionidi, anellidi ed altri invertebrati. Gli immaturi si cibano di piccoli invertebrati, aumentando la taglia delle prede col progredire dello sviluppo. Possono essere predati da varie specie di serpenti, mammiferi ed uccelli notturni, ma grazie al loro particolare modo di vita ed al loro habitat vengono catturati in numero esiguo. Come gli altri geotritoni, anche in questa specie sono presenti ghiandole dorsali che secernono una sostanza deterrente tossica. (da http://sardegnaomnia.altervista.org).

Geotritone Sardo giallo Geotritone Sardo giallo (foto www.herpsociety.org)

Geotritone Sardo giallo Giovane esemplare di Geotritone Sardo giallo (foto www.botanicaitaliana.it)

Anfibi
Versione italiana English version Versión española
Allevare in fattoria naturalmente Allevamento della capra Dalla ghianda al cotechino

Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy