Ordini: Dipluri
Atlante di Entomologia Agraria - Insetti utili e dannosi

Sono composti da circa 800 specie di esapodi terrestri, di piccole e modeste dimensioni (2-5 mm).
Sono ciechi, depigmentati con esoscheletro poco consistente.
I Dipluri hanno capo prognato, le antenne sono di tipo segmentato, più o meno lunghe, moniliformi, costituite anche da più di 40 articoli.
L’apparato boccale è ectognato, le mandibole sono monocondile allungate e denticolate distalmente.
Il torace ha il primo segmento più piccolo dei due segmenti, che sono simili tra loro.
Le zampe presentano tarsi uni articolati e pretarsi forniti di 2 unghie, e alcune volte di un’appendice unguliforme mediale.
L’addome si compone di 11 uriti ed è provvisto di stili negli urosterni 1°-7° o 2°-7°.
I cerci, disposti all’estremità dell’addome, sono di forma diversa: in Dicellurata sono brevi, non divisi in articoli e costituenti una sorta di forcipe che afferra le prede; in Rhabdura sono più o meno lunghi e pluriarticolati. Talora sono provvisti di ghiandole repugnatorie che sboccano alla loro estremità distale.
L'apparato digerente è rappresentato da un canale alimentare rettilineo con stomodeo, mesenteron e proctodeo differenziati e variamente sviluppati.
Dipluri sono esapodi lucifughi ed ovipari. Vivono nel terreno umido, a varia profondità, sotto vegetali in decomposizione, tronchi di alberi caduti, cortecce, muschi, pietre, nelle caverne (come guanobi, come troglobi, ecc.). Si cibano di detriti, di miceli fungini, di piccoli animali morti, nonché di minuti Insetti e Miriapodi viventi.

Dipluri Dipluro (foto www.cals.ncsu.edu)

Versione italiana English version Versión española
La coltivazione della vite Guida al biologico Coltivare ed allevare per l'autosufficienza della famiglia

Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy